Silvia Romano incinta, poi la smentita “Nessuno ha approfittato di me”

silvia-romano-incinta-smentita

Silvia Romano incinta, poi la smentita "Non mi hanno mai picchiato né hanno esercitato violenza psicologica, fisica o sessuale"

Silvia Romano incinta, poi la smentita “Non mi hanno mai picchiato né esercitato violenza psicologica, fisica o sessuale. Non sono incinta e nessuno ha approfittato di me. Mi rassicuravano sul fatto che presto sarei stata liberata”.

Silvia Romano incinta: la smentita

Silvia Romano, la cooperante italiana rapita in Kenya e liberata dopo oltre 1 anno di prigionia, ha smentito la notizia, circolata nelle ultime ore, della sua presunta gravidanza

L’interrogatorio

Le dichiarazioni rese al pm Sergio Colaiocco, responsabile dell’antiterrorismo alla Procura di Roma, raccontano il suo dramma

All’inizio piangevo, poi mi sono fatta coraggio e ho cercato un equilibrio interiore. Ho chiesto un quaderno dove poter scrivere e un libro. Mi hanno dato il Corano e piano piano è maturata dentro di me la decisione di convertirmi all’Islam. Ci sono arrivata da sola, più o meno a metà prigionia.

Nessuna gravidanza

Non mi hanno mai picchiato né esercitato violenza psicologica, fisica o sessuale. Non sono incinta e nessuno ha approfittato di me. Mi rassicuravano sul fatto che presto sarei stata liberata. Non mi hanno mai incatenato o tenuto legata, ero libera di muovermi nelle sei case dove siamo andati. Gli spostamenti erano lunghi e faticosi, ma non ho mai visto in volto i miei carcerieri perché erano sempre coperti. 

TAG