Cronaca

“State facendo troppo rumore”: ragazzi gli spaccano la mandibola: aggressione a Lodi

Un uomo, che era sceso in strada per lamentarsi del troppo baccano sotto casa, è stato preso a pugni da un diciassettenne

Dei ragazzi spaccano la mandibola ad un uomo che era sceso in strada per chiedergli di abbassare un po’ la voce e fare meno rumore. È accaduto nel centro storico di Lodi, nella notte del 21 agosto. La scena è stata vista in tempo reale da una volante della Questura di Lodi, che è quindi intervenuta subito per fermare il diciassettenne.

Aggressione a Lodi, ragazzi spaccano la mandibola

Un gruppo di giovani per strada, al termine di una serata. Parlano a voce alta, ridono rumorosamente, fanno baccano sotto un’abitazione del centro storico. Così un uomo, residente nella casa, scende esasperato in mezzo alla via: “Basta, andatevene. State facendo troppo rumore, mi avete svegliato”.

L’aggressione

La banda non fa una piega. Per tutta risposta, uno di loro si avvicina e gli assesta un violentissimo pugno in pieno volto. Finisce con la mascella dell’uomo fracassata, e una denuncia per lesioni gravi nei confronti del minorenne che l’ha aggredito (fino a questo momento incensurato).

La falsa identità

Il giovane lodigiano è stato denunciato anche per falsa attestazione sulle proprie generalità: quando gli agenti di polizia sono piombati sulla scena e l’hanno fermato, il ragazzo ha mentito sulla propria identità. È stato necessario infatti attendere l’arrivo di un familiare che lo riconoscesse.

Articoli correlati

Back to top button