Cronaca

Sparatoria in Questura a Trieste: per l’autopsia furono esplosi 7 colpi

Sparatoria in Questura a Trieste: per l’autopsia furono esplosi 7 colpi. Ecco i risvolti per i fatti accaduti il 4 ottobre dello scorso anno.

Furono esplosi 7 colpi in Questura a Trieste

Tre colpi a Pierluigi Rotta, che lo aveva accompagnato al bagno. Poi quattro a Matteo Demenego, che era nell’ufficio vicino. In tutto sette colpi per uccidere i due poliziotti. I proiettili sparati a brevissima distanza non hanno lasciato speranza: il decesso, per entrambi è stato pressoché immediato.

È la conclusione della consulenza tecnica autoptica disposta nell’ambito dell’indagine sulla sparatoria in Questura del 4 ottobre scorso costata la vita agli agenti delle Volanti Pierluigi Rotta, 34 anni, e Matteo Demenego, 31 anni, uccisi dal 29enne dominicano Alejandro Augusto Stephan Meran.

La notizia è riportata dal quotidiano Il Piccolo. L’esame sui corpi era stato eseguito il 12 ottobre da Fulvio Costantinides, il medico legale incaricato, affiancato dal collega Denny Fuliani. Ora il documento con l’esito degli accertamenti autoptici è a disposizione del sostituto procuratore Federica Riolino, titolare del fascicolo sul duplice omicidio, e del procuratore Carlo Mastelloni.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button