Cronaca

La storia di Corey: il bambino che non può divertirsi perché rischia un ictus

Terribile la storia del piccolo Corey Adel, un bambino di 8 anni affetto da una rara malattia: se si diverte troppo rischia un ictus.

Moyamoya: la malattia comporta un ictus a chi si diverte troppo

Corey Adel è un bambino all’apparenza semplice e normale, proprio come dovrebbero essere tutti i ragazzini di 8 anni. Eppure, dietro la sua vita si nasconde un dettaglio drammatico: non può divertirsi troppo perché rischia un ictus. 

Il bambino britannico residente a Houghton-le-Spring, nella contea del Tyne and Wear, in Inghilterra, infatti soffre di una rara condizione per cui qualsiasi momento di eccitazione emotiva potrebbe condurre a gravissime conseguenze per la sua salute.

Infatti, è affetto dalla malattia Moyamoya, una rara patologia che provoca una progressiva ostruzione delle arterie cerebrali della base del cervello, fino a incorrere a un pericoloso ictus. Il tutto è stato scoperto un anno fa, mentre Corey perse l’uso della parola mentre faceva il bagno: già in quell’occasione fu vittima di un piccola forma di ictus.

Nello scorso  marzo 2019, Corey ha subito anche un intervento chirurgico su entrambi i lati del cervello al Great Ormond Street Hospital di Londra ma or deve fare attenzione a qualsiasi momento della sua vita per minimizzare il rischio di nuovi ictus.

 

 

 

Articoli correlati

Back to top button