Cronaca

Si è ucciso l’ex capo dell’ufficio del Gip di Palermo Cesare Vincenti: era indagato per corruzione

Il giudice Cesare Vincenti, indagato per la fuga di notizie nell’inchiesta relativa all’ex patron del Palermo Zamparini, si è suicidato gettandosi dal balcone della sua abitazione.

Suicidio a Palermo: è morto l’ex capo dell’ufficio del Gip Cesare Vincenti

L’uomo era andato in pensione a giugno di quest’anno, insieme al figlio Andrea era stato indagato nell’albito dell’inchiesta per la fuga di notizie relative alla richiesta di misure cautelari nei confronti di Maurizio Zamparini, ex patron del Palermo calcio.

Un dolore troppo grande

Negli ultimi mesi il giudice era stato accusato di essere la “talpa” che aveva informato Zamparini in merito ad una richiesta di arresto nei suoi confronti. Poco prima del suo ritiro, inoltre, la Procura aveva perquisito la sua abitazione e la sua casa.

Il suicidio

L’ex giudice si è suicidato gettandosi dal balcone della sua abitazione, al terzo piano di via Rapisardi.

 

Articoli correlati

Back to top button