Tassa sui telefoni cellulari: arriva la proposta per la legge di bilancio 2020

telefoni-cellulari

Tassa sui telefoni cellulari: arriva la proposta per la legge di bilancio 2020. Si parla di un intervento di 13 euro sulle sim ricaricabili per i business

Tassa sui telefoni cellulari: arriva la proposta legata alla legge di bilancio 2020. Si parla di un intervento erariale di 13 euro sulle sim ricaricabili per i clienti business.

Legge di bilancio 2020: si pensa alla tassa sui telefoni cellulari

La legge di bilancio 2020 potrebbe non solo avviare una vera e propria guerra agli evasori con un decreto legge fiscale molto particolare, ma potrebbe anche portare all’idea di creare una tassa sui telefoni cellulari.

In mattinata sono infatti circolate bozze che indicavano un intervento erariale di 13 euro sulle sim ricaricabili per la clientela business. Sarebbe però intenzione del Governo controbilanciare questo nuovo balzello abolendo finalmente la famigerata tassa di concessione governativa sugli abbonamenti che, il più delle volte, viene sostenuta dalle compagnie telefoniche come incentivo all’ingresso per i nuovi clienti.

Chi avrà invece sim ricaricabili o abbonamenti senza partita Iva non dovrebbe subire la nuova tassazione. In più, si tratterebbe di una imposizione una tantum in quanto colpirebbe solo l’attivazione della sim e non le successive ricariche o i pagamenti mensili.

 

 

TAG