Economia

Tasse sugli stipendi: in Italia aumenta il divario tra lordo e netto

Secondo i dati del rapporto Ocse, in Italia le tasse sugli stipendi dei lavoratori sono in aumento: si allarga lievemente il divario tra loro e netto.

Aumentata la tassa sugli stipendi

Notizie poco felici per i lavoratori: in Italia aumenta il divario tra lordo e netto in merito alle tasse sugli stipendi. Tra il 2017 e 2018 il cuneo fiscale è in lieve rialzo ed è passato dal 47,7% al 47,9%, attestandosi di quasi 12 punti sopra la media Ocse, che è del 36,1% (dal 36,2% del 2017).

Tale dato fa posizione il nostro Paese al terzo posto, alle spalle di Belgio e Germania. I dettagli emergono dal rapporto «Taxing Wages» dell’Ocse, dove si apprende un aumento di 0,2 punti perentuali del cuneo fiscale, arrivando così al 47,9% per un lavoratore medio single senza figli.

In Italia le imposte sul reddito e i contributi di sicurezza sociale combinate assieme rappresentano l’85% del cuneo fiscale totale, rispetto al 77% del cuneo fiscale medio dell’Ocse.

Il rapporto Ocse

Il rapporto Ocse però non si sofferma solo su questo, ma analizza anche il peso delle tasse sulle famiglie. Ad esempio, se una famiglia ha due figli, il cuneo fiscale dell’Italia nel 2017 registra un 39,1%, al secondo posto dietro la Francia (39,4%).

Per quanto riguarda i benefici fiscali e sociali legati ai figli, essi tendono a ridurre il cuneo fiscale per i lavoratori con famiglia. Questo quindi ci mostra una riduzione dell’1,8%, inferiore al 9,5% della media Ocse. In Italia, il cuneo fiscale tra il 2000 e il 2018 è salito dello 0,8%, passando dal 47,1% al 47,9% per un lavoratore medio single senza figli, contro un decremento nei Paesi Ocse dell’1,3%, dal 37,4% al 36,1%.

Ne 2018, il lavoratore singolo italiano, senza famiglia, si è trovato ad affrontare una tassazione del 34,1%, contro il 25,4% della media Ocse: in sintesi, ha portato a casa il 68,6% del salario lordo, contro il 74,5% della media Ocse.

I lavoratori con figli invece hanno subito una riduzione del peso del cuneo fiscale del 19,9% nel 2018, la nona più alta tra i Paesi Ocse, contro una riduzione media del 14,25 nei Paesi Ocse. Questo significa che uin lavoratore sposato con due figli, in Italia, si porta a casa l’80,15 del suo salario lordo, contro l’85,8% della media Ocse.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button