Economia

Tasso di disoccupazione, calo al 9,9%: mai così giù dal 2012

Cala il tasso di disoccupazione. Un calo significativo con la percentuale che si attesta al 9,9. Una discesa di 0,2 punti percentuali rispetto ad aprile. Ad evidenziare il dato è l’Istat secondo cui si tratta del valore più basso dal febbraio del 2012. Il tasso di disoccupazione scende per la prima volta sotto il 10% negli ultimi sette anni.

Cala il tasso di disoccupazione, i numeri

In Italia il numero di disoccupati scende a 2 milioni 580mila, calando di 51 mila unità rispetto al mese precedente. L’Istat inoltre sottolinea il “notevole calo” su base annua pari a -192 mila. Per quanto concerne il tasso di occupazione, a maggio sale al 59,0% facendo segnare il valore più alto da quando sono disponibili le serie storiche, ovvero dal 1977. Il numero raggiunge così 23 milioni e 387 mila unità.

Il tasso di disoccupazione giovanile (tra i 15 e i 24 anni) è in calo di 0,7 punti rispetto al mese precedente arrivando al 30,5%. Calano di conseguenza le persone in cerca di occupazione (-1,9%, pari a -51 mila) e la diminuzione è determinata da entrambe le componenti di genere ed è distribuita in tutte le classi d’età tranne i 35-49enni.

Gli inattivi in Italia

Gli inattivi tra i 15 e i 64 anni a maggio sono stabili. L’andamento è sintesi di una diminuzione tra gli uomini (-29 mila) e una crescita tra le donne (+33 mila). Il tasso di inattività è invariato al 34,3% per il quarto mese consecutivo. A maggio la stima degli occupati risulta in crescita rispetto al mese precedente (+0,3%, pari a +67 mila); anche il tasso di occupazione sale al 59,0% (+0,1 punti percentuali).

L’aumento degli occupati riguarda in particolar modo gli uomini (+66mila) mentre risultano sostanzialmente stabili le donne. Per quanto concerne l’età sono stabili i 15-24enni, in calo i 35-49enni (-34 mila) e in aumento le altre classi di età, prevalentemente gli ultracinquantenni (+88 mila). Si registra una crescita sia degli indipendenti (+28 mila) sia dei dipendenti, permanenti e a termine (+39 mila nel complesso).

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per Fantacalcio e Calciomercato.it, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio