Cronaca

“Dammi 30mila euro o dico di noi a tua moglie”: amante arrestata mentre ritira i soldi. Spunta un video spinto

Il ricatto della casalinga all'amante: spunta un video spinto. Arrestato anche il marito

Ricatta l’amante a Teramo, con la complicità del marito, ma viene arrestata mentre ritira il denaro. Si sono presentati davanti al gip la casalinga 46enne e il coniuge: spunta anche un video spinto sul cellulare del marito. Le immagini ritraevano i due amanti in atteggiamenti intimi usato dalla 46enne per la richiesta estorsiva.

Ricatta l’amante a Teramo, spunta un video spinto

Una donna di 46 anni è stata arrestata in flagranza di reato dai carabinieri e ora dovrà rispondere dell’accusa di estorsione. La 46enne avrebbe tentato di ricattare l’amante, con la complicità del marito: “Dammi 30.000 euro o dico di noi a tua moglie”. Ma le cose non sono andate come sperava.

La relazione

Tra i due, la donna casalinga e l’amante 60enne, c’era una relazione che andava avanti da circa due anni. Lo scorso 1 settembre hanno deciso di incontrarsi al solito posto ma lei ha raccontato che suo marito li aveva scoperti e in cambio del silenzio voleva 30mila euro.

Non solo, dopo l’incontro decise lui stesso di raccontare tutto alla moglie con la quale ha deciso di rivolgersi ad un avvocato che ha suggerito di denunciare il tutto ai carabinieri. “Mi ha minacciato dicendomi che dovevo dargli i soldi in tempi brevi”.

La denuncia e l’arresto

Così all’appuntamento dove si sarebbe dovuto svolgere la consegna del denaro, l’uomo ci è andato ma non da solo. La 46enne è finita così in manette mentre riceveva i 30mila euro. Complice anche il marito della donna, la cui posizione è al vaglio degli inquirenti.

Il video

Davanti al gip, nel pomeriggio di ieri, si è presentato anche il marito della casalinga di Tossicia, arrestato anche lui nella serata di lunedì con l’accusa di estorsione. L’uomo, durante l’udienza di convalida, ha tentato di spiegare la sua posizione difeso dall’avvocato Eugenio Galassi.

L’impiegato 49enne, anche lui di Tossicia, interrogato subito dopo l’arresto avrebbe subito ammesso i fatti. Già davanti ai militari ha iniziato a raccontare della richiesta di soldi concordata, come “vendetta”. Sul cellulare è stato trovato un video amatoriale che riprendeva i due amanti in atteggiamenti intimi usato dalla 46enne per la richiesta estorsiva.

Articoli correlati

Back to top button