Tv e Spettacoli

The Witcher, Blood Origin: come finisce, la spiegazione

La serie prequel della famosissima serie The Witcher, arriva in streaming su Netflix

The Witcher, Blood Origin: come finisce, la spiegazione del finale. La serie prequel della famosissima serie The Witcher, arriva in streaming su Netflix. Ricordiamo che c’è stata da poche settimane, la notizia dell’abbandono di Henry Cavill. 

The Witcher, Blood Origin: come finisce, spiegazione finale

Gli episodi rivelano che Fjall è il prototipo del Witcher e il protagonista riesce a sconfiggere la bestia di Balor. In realtà, però, non riesce a combattere il proprio lato animalesco che prende il controllo su di lui. Eile deve quindi ucciderlo per salvare tutti gli altri, ma il processo per creare i Witcher è stato completato con successo.

La miniserie svela inoltre che i Monoliti possono trasportare le persone tramite i vari mondi. Nel corso degli episodi, Syndril e Zacare contengono Balor e usano il loro potere per distruggere il monolite, facendo a pezzi il confine che separa i mondi. Riusciranno così a fondere piani dell’esistenza e pianeti, dando vita alla Congiunzione delle Sfere.

Poi vediamo gli stessi esseri umani entrare in contatto con il mondo degli elfi, creando il Continente che si vede nella serie principale. Nel futuro, invece, si vede chiaramente Eredin bloccato in un mondo desolato mentre raccoglie il teschio di una creatura e se lo mette sul volto. In questo modo sembra compiere il primo passo per diventare il Re Eredin della Caccia Selvaggia.

Articoli correlati

Back to top button