Gossip

Zorzi: ”Faccio il test per l’HIV, ma non sono un poco di buono”

L'influencer ed ex vincitore del GF Vip ha fatto il test e ha chiarito alcune cose sulla sieropositività

Tommaso Zorzi ha fatto il test per l’HIV, ne ha parlato sui social e ha chiarito alcune cose riguardo la sieropositività. Infatti, sull’argomento c’è ancora tanta ignoranza e pregiudizi. C’è chi è convinto che le persone sieropositive siano ”poco di buon”, ma non è affatto così.

Tommaso Zorzi: il test per l’HIV

L’influencer ed ex vincitore del Grande Fratello Vip ha chiarito subito: “È importante conoscere il proprio status, l’HIV non si può curare però grazie ai farmaci la sua carica può arrivare a zero e diventare non trasmissibile, la sifilide si può curare ma per poterla curare bisogna sapere di averla. Di HIV non si muore più grazie a un farmaco che si può prendere per il resto della vita. Una persona sieropositiva sotto terapia se va a letto con una persona che non è sieropositiva non trasmette il virus, questo deve essere scritto nella pietra”.

Le parole sulla sieropositività

Poi, Tommaso, risponde a chi gli dice di aver fatto il test dell’HIV perché farebbe sesso occasionale: “Faccio il test perché tengo alla mia salute e a quella degli altri”. “Vedete qual è il problema, una persona associa un sieropositivo a un poco di buono, una persona molto libera dal punto di vista sessuale. Non è così, basta un rapporto per diventare sieropositivi, non è che uno deve farlo 100 volte e alla 100esima lo diventi. Una volta con quello sbagliato e capita anche a te ma questo è lo stigma che c’è dietro questo virus che bisogna combattere perché sentirsi dire certe cose mi fa cadere le ginocchia, detto a una persona che si controlla che dovresti dirmi semplicemente “grazie”.

Articoli correlati

Back to top button