Cronaca

Pranzo alle mensa solo con crackers e tonno, parla il padre della bimba “mia figlia punita perchè povera”

Minerbe (Verona), il caso della bimba costretta a mangiare solo crackers e tonno alla mensa scolastica sta facendo ancora discutere. Ad alimentare le polemiche il padre, che ha parlato ai giornali della sua precaria situazione economica.

Lavori saltuari e una famiglia numerosa

Marocchino, da 22 anni in Italia, giardiniere saltuario, una famiglia numerosa a cui badare e un solo stipendio in casa. La situazione di Abdessamad, il padre della bimba costretta a mangiare solo tonno e crackers alla mensa scolastica, è al limite della povertà, con l’incubo del pignoramento della casa e il frigo penosamente vuoto.

La punizione

Secondo Abdessamad, la figlia sarebbe stata punita

Non abbiamo i soldi per riempire il frigorifero. La punizione inflitta a mia figlia ha fatto male più a me e a mia moglie, lei è ancora troppo piccola per capire. Mi chiedo però, crescendo, cosa ricorderà di quell’episodio. E che opinione si farà del Paese in cui è nata, l’Italia.

Candreva si offre di pagare la mensa alla bambina povera di Verona

Solisadietà da parte del giocatore dell’Inter Antonio Candreva, che ha deciso di pagare la retta della mensa per la bambina costretta a mangiare tonno e crackers a scuola.

Il calciatore ha parlato con il sindaco del paese Andrea Girardi, per avere i dettagli della vicenda e annunciare la sua decisione.

 

Articoli correlati

Back to top button