Cronaca

Torino: anziano ucciso durante una lite, arrestato un pregiudicato

L'uomo, un 50enne di origini catanesi, è stato fermato alla stazione di Porta Nuova

C’è un arresto l’omicidio dell’anziano accoltellato in casa nel pomeriggio di ieri a Torino. Si tratta di un pregiudicato 50enne di origini catanesi, fermato nella notte alla stazione di Porta Nuova. L’uomo ha confessato e il movente è da ricondurre ad una violenta lite tra i due per futili motivi ancora da chiarire.

Omicidio a Torino: arrestato un pregiudicato che ha confessato

Almeno 4 i fendenti mortali, uno anche alla nuca, subiti da Vincenzo Rossi, 91 anni, nato in provincia di Mantova che viveva dagli anni ’60 al quinto piano di un condominio di via Tripoli, al civico 4.

Nel pomeriggio di mercoledì i Carabinieri sono intervenuti su segnalazione dei vicini di casa: “Venite, sentiamo delle urla”, la richiesta di intervento pervenuta al 112, che ha fatto scattarel’allarme. La porta era chiusa, l’appartamento in ordine, ma quando i militari sono arrivati in cucina hanno trovato l’anziano ormai morto, un coltello da cucina conficcato nella nuca.

Le indagini

Subito le indagini si sono dirette verso il 50enne che è sarebbe stato ripreso da alcune telecamere di sorveglianza della zona. Secondo alcune indiscrezioni, sarebbe entrato nella vicina tabaccheria per chiedere di cambiare una banconota sporca di sangue. “Era una persona seria e buona, sappiamo che aiutava i bisognosi“, dicono i vicini di casa della vittima, che non era sposato e viveva da solo.

Andava a comprare al supermercato qui vicino, quando lo incrociavo salutava sempre – dice una signora del palazzo – L’ultima volta con mio marito l’abbiamo visto prima di Pasqua“. Della vita privata della vittima si sa poco. “Era molto riservato, qualche volta l’ho visto con una nipote, in altre mi sembra ci fosse un ragazzo ad aiutarlo con la spesa – sostiene la vicina – ma non so davvero nulla“.

Articoli correlati

Back to top button