Cronaca

Roma, evade dai domiciliari: “Portatemi in carcere, non ce la faccio più”

Torna in carcere di sua spontanea volontà. È la storia di un 32enne romano che dall’ottobre del 2018 era sottoposto agli arresti domiciliari per spaccio di sostanze stupefacenti.

Torna in carcere di sua volontà

L’uomo viveva in un appartamento di Testaccio, insieme alla zia e alla cugina. Il 32enne però ha deciso di evadere dai domiciliari per i continui litigi con la parenti: “Portatemi in carcere, non ce la faccio più!”.

Il ritorno in carcere

L’uomo si è consegnato ai carabinieri della Stazione Roma Aventino e a stretto giro è arrivato l’ordine di carcerazione col 32enne accompagnato nel carcere di Rebibbia.

Articoli correlati

Back to top button