Cronaca

Trovato morto di notte nell’auto sulla A14: Emanuele Vecchi deceduto alla guida per arresto cardiaco

Sul corpo non sono state ritrovate tracce di violenza

Trovato morto di notte nell’auto sull’A14: la vittima è Emanuele Vecchi deceduto alla guida per arresto cardiaco nei pressi del casello autostradale di Fano. Sul corpo non sono state ritrovate tracce di violenza. Sotto shock la comunità Ponte Rio di Monterado che si è stretta attorno al dolore che ha colpito i familiari.

Trovato morto in un’auto sull’A14: causa un arresto cardiaco

Emanuele Vecchi, consulente finanziario di 54 anni, sarebbe morto alla guida della sua auto a causa di un arresto cardiaco nei pressi del casello autostradale di Fano. Secondo gli accertamenti legali, il decesso sarebbe da attribuire ad un arresto cardiaco.

La dinamica

Secondo una prima dinamica, l’uomo originario di Sassoferrato e residente a Ponte Rio di Monterado aveva parcheggiato la vettura sulla carreggiata a causa di un malore mentre era alla guida lungo l’A14. Purtroppo un arresto cardiaco gli è stato fatale. Sul corpo non sono state ritrovate tracce di violenza.

L’automobilista ha dovuto rallentare per accostare in una piazzola di emergenza, ma non è riuscito ad allertare in tempo i soccorsi. La dinamica è stata accertata prima dai sanitari del 118 e poi dal medico legale.

L’allarme

A lanciare l’allarme, nel cuore della notte, sarebbe stato un automobilista che ha notato la vettura ferma. L’uomo, secondo le autorità sanitarie, soffriva di problemi cardiaci.

Sotto shock la comunità di Ponte Rio di Monterado

Lascia la sorella e la madre, che vivono da sole a Genga. Emanuele Vecchi era noto e benvoluto a Ponte Rio di Monterado. La comunità è sotto shock e si è stretta intorno al dolore che ha colpito i familiari. Tantissimi i messaggi di cordoglio condivisi sui social network dai residenti per la sua scomparsa.

Articoli correlati

Back to top button