Cronaca

Truffa a Roma, finti sordomuti chiedono soldi per una raccolta di beneficenza

Si trattava di una banda di rom. Le vittime era indotte a donare del denaro

Truffa a Roma, finti sordomuti chiedono soldi per una raccolta di beneficenza. A riportare la notizia di una truffa messa in atto da una banda di rom a danno di ignari cittadini, tra i quali anziani, è IlGiornale.

Sordomuti attuano una truffa a Roma

Nella giornata di venerdì 24 giugno, gli agenti della Polizia di Stato in borghese hanno provveduto ad inseguire un’auto che era stata loro segnalata. Infatti da tempo circolava nella capitale un gruppo di sordomuti che chiedeva soldi ad ignari passanti per una raccolta di beneficenza.

La scoperta degli agenti

Gli agenti così hanno seguito il mezzo fino ad un centro commerciale. Lì, i 5 sono scesi con delle brochure inerenti una raccolta fondi e, gesticolando e simulando l’invalidità, hanno proceduto a raccogliere donazioni. Una volta terminata l’operazione sono ritornati nella loro auto.

Identificati e denunciati

A quel punto gli agenti si sono diretti verso di loro, fermandoli. L’auto è stata perquisita e all’interno è stata trovata la cifra di 900 euro. I sedicenti sordomuti, in realtà truffatori abili di etnia rom, sono stati fermati e denunciati.

Avvistati altrove

La piccola banda sembrerebbe sia stata attiva anche in altre città del Paese. Infatti truffe simili si sono verificate a Milano, Ancona, Torino e Terni. Non si è compreso se fossero gli stessi o meno. In particolare, a Terni, i truffatori furono scoperti da veri sordomuti, che compresero l’inganno e denunciarono alle Forze dell’Ordine l’illecito.

Articoli correlati

Back to top button