Uccidono il coniuge malato e si suicidano: i drammi da Bologna a Novara

anziano-impiccato

Negli ultimi giorni si sono verificati casi in cui gli anziani uccidono il coniuge malato e poi si suicidano. Questo è il dramma figlio della solitudine

Negli ultimi giorni si sono verificati diversi casi in cui gli anziani uccidono il coniuge malato e poi si suicidano. Questo è il dramma figlio della solitudine che si sta verificando in tutta Italia, da Bologna, Cagliari a Novara.

Vittime della solitudine: uccidono il coniuge e si suicidano

Anziani vittime della solitudine, dell’invecchiamento o della malattia e povertà. In questi ultimi giorni si registrano diversi casi in cui uccidono il coniuge o il parente stretto malato per poi togliersi la vita.

Il dramma di Bologna

Ieri pomeriggio il caso di omicidio-suicidio è avvenuto a Zola Predosa, nel Bolognese, un uomo di 84 anni ha ucciso a bastonate la moglie di 83 da tempo affetta da demenza senile, poi si è impiccato.

Il dramma di Novara

A Caltignana, nel Novarese ecco che si replica la tragedia: un uomo di 88 anni ha ucciso a coltellate la moglie malata (di 87) e poi s’è rivoltato la lama contro, non riuscendo tuttavia a uccidersi: è in gravi condizioni. Aveva scritto alcune lettere: “Siamo malati, meglio farla finita”.

 

TAG