Cronaca

Udine, bambino si ustiona per accendere un fuoco: è in coma

Paura ad Udine nel pomeriggio di ieri, 12 febbraio, dove un bambino di 13 anni si ustiona per accendere un fuoco con gli amici. Ora si trova in coma farmacologico all’ospedale di Padova.

Udine, bambino si ustiona per accendere un fuoco con gli amici

Stavano giocando tra amici in un’area giochi di Taipana quando decidono di accendere un piccolo fuoco. Il gruppetto, secondo le prime informazioni, usa una tanica di benzina che ha poi preso fuoco investendo il giovane nella parte superiore del corpo.

Lanciato l’allarme sul posto sono intervenuti i sanitari con un elicottero che lo ha trasportato in codice rosso al Centro Grandi Ustioni nel nosocomio di Padova. Presenti anche i carabinieri e i vigili del fuoco.

Il sindaco racconta come è andata

A raccontare lo spiacevole episodio è stato il sindaco: “Il gruppetto ha provato ad accendere un fuocherello, i ragazzi avevano con loro una tanica con combustibile, la quale avrebbe preso fuoco. Per allontanarla l’avrebbero calciata via e questa avrebbe colpito il 13enne alla parte alta del corpo, in particolare al braccio destro e al tronco”.

“Ho sentito la mamma – ha aggiunto – il ragazzino è ancora in coma farmacologico. Aspettiamo con apprensione novità nei prossimi giorni”.

Articoli correlati

Back to top button