GossipTv e Spettacoli

L’ultima telefonata di Costanzo, “Mi disse: ci vediamo presto”

Giorgio Asumma a Domenica In, ha raccontato il contenuto dell’ultima telefonata avuto con Maurizio Costanzo. Oggi, lunedì 27 febbraio, ci saranno i funerali del grande volto storico della televisione italiana, che sarà possibile seguire anche in diretta.

Maurizio Costanzo, l’ultima telefonata prima della scomparsa

Tra i tanti ricordi di Maurizio Costanzo, c’è quello più intimo, privato, raccontato dal suo migliore amico, l’avvocato Giorgio Assumma, 88 anni, ex presidente Siae e oggi ospite di Mara Venier a Domenica In. Il loro è stato un grande rapporto, intime e forte. “Gli ho telefonato in clinica” racconta oggi Assumma in un’intervista al Corriere della Sera che ripercorre il periodo del ricovero in clinica la scorsa settimana dopo l’operazione di routine:

Maurizio stava molto meglio, aveva superato bene il piccolo intervento, una sciocchezza, nessuno di noi era preparato al peggio. Era di ottimo umore, abbiamo parlato di lavoro, di una nuova sceneggiatura per il cinema, di un contratto per la tv. Mi ha salutato così: “Ci vediamo presto, tanto non questa, ma la prossima settimana esco”. E invece una polmonite se l’è portato via. Il giorno dopo è morto. Era il mio unico vero amico. Adesso con chi parlerò?”.

Quando Asumma gli presentò la De Filippi

Fu proprio Giorgio Assumma a presentargli Maria De Filippi. “Era una brillante laureata in legge, consulente dell’associazione fonografici italiani, a Milano. La sentivo spesso. Mi chiese se potevo trovarle un moderatore famoso per un convegno sulla pirateria discografica a margine della Mostra di Venezia. Baudo era impegnato, Vespa pure, Maurizio traccheggiò e infine accettò. Maria venne a prenderci in aeroporto, lui manco la guardò, quasi seccato” confessa ancora l’avvocato.

Poi il ritorno a Roma e l’inizio della loro frequentazione: “Il lunedì Maurizio mi disse: “Sai, quella dottoressa De Filippi è in gamba, la vorrei come assistente. E così andò (…) “Grazie a te ho trovato la donna che sognavo, quella che vorrei guardare negli occhi quando me ne andrò”, mi confidò“. Poi ancora: “Prima di conoscere Maria non aveva mai fatto una vacanza“.

Aggiunge: “E non si era mai messo a dieta. Una mattina, a San Giuseppe, prendemmo un caffè e, dietro mia insistenza, pure una piccola zeppola con la crema. Nel pomeriggio tornai nello stesso bar e il titolare mi disse: “Sa avvocato, quel suo amico è ripassato e si è mangiato dodici bignè, uno dopo l’altro. Poi è arrivata Maria che lo teneva a stecchetto e chiedeva alle segretarie di farle la spia, se il marito sgarrava. Maurizio di nascosto si comprava le caramelle”.

Articoli correlati

Back to top button