L’Unione Europea promuove una tassa del 25% sulla carne

unione-europea-tassa-carne

L'Unione Europea, su proposta di un'associazione ambientalista, ha proposto una tassa del 25% sulla carne, per ridurne i consumi e l'impatto sull'ambiente

L’Unione Europea, su proposta di un’associazioneambientalista, ha proposto una tassa del 25% sulla carne, per ridurne i consumi e l’impatto degli allevamenti sull’ambiente.

Nuova tassa sulla carne: la proposta dell’Unione Europea

L’UE pensa al benessere dei cittadini, e dopo la tassa sulle sigarette per scongiurare il rischio di tumore ai polmoni, adesso potrebbe arrivare anche quella sulla carne, per ridurne il consumo e l’impatto ambientale causato dagli allevamenti e dalle emissioni di gas serra da parte dei bovini.

La proposta degli ambientalisti

La proposta è arrivata lo scorso 5 febbraio dalla True animal protein price coalition (Tapp coalition), coalizione di associazioni sanitarie e ambientaliste, con il sostegno di tre eurodeputati, ed è al vaglio dell’Unione Europea.

I costi

Secondo uno studio recente, nel 2030, il consumo di carne nel mondo potrebbe raggiungere il 67% per quella bovina, il 57% quella suina e il 30% per quella dei volatili, mentre la tassa del 25%, se dovesse entrare in vigore, entro il 2030, potrebbe raccogliere 32 miliardi di euro l’anno.

La dieta mediterranea

Un brutto colpo per gli italiani, abituali consumatori di carne per oltre il 90%, e per coloro che seguono la dieta mediterranea, patrimonio Unesco dal 2010.

TAG