Curiosità

Vacanze estive: anche Otranto tra le località di mare più amate

Si trova in pieno Salento, nella provincia di Lecce: Otranto si riconferma una delle mete più gettonate per le vacanze estive

Si trova in pieno Salento, nella provincia di Lecce: Otranto si riconferma una delle mete più gettonate per le vacanze estive. In primis per le spiagge, ma anche per i luoghi d’interesse religioso, civile e le aree naturali tutte da scoprire. Un piccolo scrigno da esplorare, dunque, che giustifica il boom di prenotazioni di ogni anno. Non a caso, Otranto è inserita nel gruppo dei Borghi più belli d’Italia ed è quindi oggetto di molteplici iniziative atte a promuovere il territorio italiano.

Le spiagge di Otranto

 

Come già accennato, la maggiore attrattiva della cittadina di Otranto non può che essere rappresentata dalle spiagge che ogni anno attirano turisti da tutto il mondo. Sono infatti molti gli stabilimenti balneari dove poter trascorrere giornate in tranquillità come, ad esempio, il Lido La Castellana, che offre ai visitatori tutti i comfort per un soggiorno gradevole: lettini, sdraio, ombrelloni e docce calde e un ristorante dove gustare piatti tipici.

Una delle spiagge più celebri e ricercate in estate è senz’altro la Baia dei Turchi, che probabilmente deve il suo nome all’esercito omonimo che vi sbarcò verso la fine del XV secolo. Si tratta di un luogo ricco di verde, caratterizzato da pinete e da spazi liberi e accessibili a tutti. La sabbia è prevalentemente bianca.

Ma c’è un altro tratto di mare che attira sempre molti turisti innanzitutto per l’interesse storico legato alla leggenda di Enea, che si narra sbarcò a Porto Badisco durante la fuga dalla città di Troia: qui, tra sabbia e rocce, il panorama è davvero suggestivo. Similare, incastonata tra rocce e natura incontaminata, è la Baia delle Orte, in cui si riversano soprattutto coloro che desiderano un luogo un po’ lontano dalle spiagge più battute dal turismo.

È invece stata Bandiera Blu la spiaggia di Torre dell’Orso, anch’essa molto gettonata dai bagnanti ogni estate: non mancano le classiche pinete di contorno e l’acqua non particolarmente alta la rende perfetta per le famiglie con bambini. Più impegnativa ma non meno amata dagli appassionati degli scogli è invece la bellissima Baia Morrone, a picco su un mare turchese che induce certamente a prendere il sole e a fare qualche tuffo in libertà.

Cosa vedere a Otranto

 

Come già detto, però, Otranto non è solo mare e spiagge. La cittadina è infatti apprezzata anche per le attrazioni culturali che offre. Ha un centro storico che è caratterizzato da dedali di piccole vie che serpeggiano tra case bianche a picco sul mare. Si può partire dalla zona costiera dove sostano i pescherecci e risalire fino al Castello Aragonese, simbolo della città, che è stato eretto alla fine del XV secolo. Molti turisti sono attirati dalla prospettiva delle visite che si possono svolgere all’interno, non solo per scoprirne le mura e le sale, oltre alle torri, ma anche i suggestivi sotterranei.

Un’altra Torre oggetto di grande attenzione è quella di Alfonsina, eretta a difesa dei Turchi per volere di Alfonso di Aragona e attorniata da mura di cinta. Si possono notare stili e vestigia sia bizantine che spagnole, visto che è stata più volte restarurata per proteggere meglio la città. Ovviamente, le torri difensive sono dislocate un po’ su tutta la costa di Otranto e per i turisti è interessante percorrere questa sorta di sentiero facendo quasi un tuffo nel passato.

Per quanto concerne le architetture religiose, invece, ad attrarre gli avventori sono in particolar modo la Cattedrale dell’Annunziata, medievale e contenente le reliquie dei martiri e quella della Madonna dell’Altomare, che sorge su roccia tufacea proprio a ridosso del mare.

Articoli correlati

Back to top button