Cronaca

Vaiolo delle scimmie: il vaccino prevede due dosi | Spallanzani: “Presto pronti”

Il vaccino del vaiolo delle scimmie, secondo quanto si apprende dalla Regione Lazio, prevede una prima dose e un richiamo

Il vaccino del vaiolo delle scimmie, secondo quanto si apprende dalla Regione Lazio, prevede una prima dose e un richiamo da somministrare dopo un intervallo di 2-3 mesi.

Vaccino vaiolo delle scimmie, previste due dosi

Dopo che l’Istituto Spallanzani si è detto pronto a partire la Regione precisa di essere in attesa da parte del Ministero dei criteri di definizione della platea, ovvero norme per il reclutamento e indicazione delle fasce di età.

L’Istituto per le malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma sarà “presto pronto a partire con il vaccino del vaiolo per monkeypox e attende dal ministero le modalità di reclutamento”.

Lo comunica l’assessore alla Sanità della regione Lazio, Alessio D’Amato. “Lo Spallanzani ha offerto la propria disponibilità ad essere centro regionale di riferimento per la vaccinazione per il Monkeypox, precisa il direttore generale dell’Istituto di Malattie infettive Spallanzani, “Abbiamo offerto , inoltre, la nostra expertise, anche con il contributo delle Associazioni, per una corretta campagna di informazione. Attendiamo le Linee guida ministeriali alle quali stiamo attivamente collaborando”, aggiunge Vaia.

I sintomi

Quali sono i sintomi del vaiolo delle scimmie? Vediamo insieme i più comuni:
  • Febbre e brividi.
  • Mal di testa e malessere generale.
  • Dolori muscolari e mal di schiena.
  • Linfonodi ingrossati al collo, ascelle, inguine.

Articoli correlati

Back to top button