Cronaca

Varese: massacra di botte un senzatetto, arrestato per tentato omicidio

Si tratta di un 35enne pluripregiudicato con problemi di dipendenza da sostanze stupefacenti

Ha massacrato di botte un senzatetto bosniaco di 56 anni a Varese. Per lui, un 35enne italiano pluri pregiudicato, è scattato l’arresto con l’accusa di tentato omicidio. L’uomo è ritenuto responsabile del brutale pestaggio avvenuto attorno alle 3.30 del mattino in piazzale Trieste.

Brutale pestaggio a Varese: arrestato pluripregiudicato

L’uomo, individuato al termine delle indagini lampo degli agenti, è residente nella provincia di Varese è già noto alle forze dell’ordine essendo un pluripregiudicato. In passato è stato ritenuto responsabilità di reati contro la persona e il patrimonio, e di spaccio di stupefacenti. È descritto come un soggetto affetto da patologie psichiatriche e “abituale assuntore di sostanze stupefacenti”. Il delitto sarebbe maturato in un contesto di marginalità segnato dall’abuso di alcol e stupefacenti.

La dinamica

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti la vittima, un cittadino bosniaco di 56 anni, e il suo aggressore avrebbero trascorso la giornata insieme quando a notte fonda è scoppiato il violento litigio (forse complici alcol e stupefacenti) culminato con il tentato omicidio. Il 56enne è tutt’ora ricoverato in ospedale in gravi condizioni, nel reparto di rianimazione.

Dovrà subire una delicata operazione alla testa, visti i gravi traumi riportati. L’uomo da mesi vive in un camper con la moglie e un figlio a Varese e spesso chiede l’elemosina nei dintorni dei luoghi dove è stato picchiato con la sua stessa stampella.

Articoli correlati

Back to top button