Cronaca

Dramma in Questura, poliziotta si uccide con la pistola d’ordinanza a Verona

L’agente 46enne, madre di una bambina in tenera età, si è uccisa negli uffici della Questura veronese nella serata di lunedì

Nelle scorse ore una poliziotta si è tolta la vita sparandosi un colpo di pistola. La tragedia anche in questo caso è avvenuta negli uffici della Questura a Verona, dove l’agente era in servizio.

Verona, poliziotta si uccide con la pistola d’ordinanza

La vittima è una poliziotta di 46 anni madre di una bambina in tenera età che era in servizio in Veneto, presso l’ufficio personale della Questura veronese. Il dramma si è consumato nella serata di ieri, lunedì 12 settembre, quando la donna avrebbe estratto la pistola di ordinanza facendo fuoco contro se stessa.

A lanciare l’allarme gli stessi colleghi dopo aver sentito lo sparo. Gli agenti l’hanno trovata riversa in una pozza di sangue. La donna è stata quindi immediatamente soccorsa dal personale del Suem 118 accorso sul osto e trasportata poi d’urgenza in ospedale.

Le sue condizioni erano apparse fin da subito disperate e purtroppo i medici non hanno potuto fare niente per salvarla nonostante tutti gli sforzi. L’agente quarantaseienne è deceduta poco dopo l’arrivo in pronto soccorso a causa delle ferite autoinflitte.

Articoli correlati

Back to top button