Cronaca

Vicine di casa litigano a colpi di spray urticante: tre bimbe finiscono in ospedale

Due vicine di case hanno avuto una discussione in un edificio di Pavia. Una delle due ha usato lo spray urticante

Due vicine di casa, residenti a Pavia, hanno avuto un’accesa discussione sfociata in una lite a colpi di spray urticante. A farne le spese, però, tre bambine che finiscono in ospedale.

Vicine di casa litigano a colpi di spray urticante

Una lite tra vicini che si è presto trasformata in una corsa in ospedale. È quanto successo a Pavia nel pomeriggio di ieri, domenica 25 settembre, dove tre bimbe sono state ricoverate per alcune irritazioni che sono state provocate da uno spray urticante. A usarlo è stata una delle donne coinvolta nella discussione.

La discussione

Secondo le prime informazioni ricevute, la discussione sembra essere partita da via Riccardo Pampuri nel pavese occidentale. Secondo le prime ipotesi, le due donne sono vicine di casa e e vivrebbero in un palazzo degli alloggi  popolari. La discussione è scoppiata nell’atrio dell’edificio: il motivo della lite è sconosciuto. A un certo punto, il tono è divenuto particolarmente acceso e una delle due, forse spaventata e volendo difendersi, ha preso lo spray nella sua borsa.

Le cure fornite alle vicine e a tre bambine

La donna colpita, ha iniziato a urlare tanto da attirare altri vicini che hanno quindi chiamato i soccorsi. Lo spray è stato spruzzato in maniera molto abbondante tanto da causare malessere anche a coloro che si sono precipitati nell’androne. Gli operatori sanitari del 118 hanno prestato le prime cure sia alla donna che lo ha spruzzato che a quello che l’ha ricevuto. Per nessuno di loro si è reso necessario il trasferimento in ospedale.

Altri vicini sono stati soccorsi dai medici del 118, ma anche nel loro caso nulla di preoccupante. Solo tre bambine (due di sette anni e una di otto anni) sono state portate per precauzione al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico. Per fortuna non versano in gravi condizioni e sono state infatti presto dimesse.

Articoli correlati

Back to top button