Cronaca

Latte a lunga conservazione venduto come bio: due denunciati

Viterbo, maxi sequestro di latte estero: era venduto come biologico italiano. Sottoposti a sequestro penale oltre 25 chili di prodotti

Maxi sequestro di latte estero rivenduto come biologico italiano. I Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare (RAC) di Roma, coadiuvati dai militari di Monterosi, in provincia di Viterbo, nell’ambito di controlli nel settore lattiero caseario, hanno denunciato i due titolari di un’azienda di trasformazione e confezionamento di latte vaccino, yogurt e burro, per frode in commercio e combustione illecita di rifiuti.

Viterbo, maxi sequestro di latte estero: era venduto come biologico italiano

È stato appurato che i due indagati acquistavano latte vaccino convenzionale italiano e di provenienza estera, fresco e a lunga conservazione, già confezionato in tetrapak, per poi rivenderlo con proprio marchio come latte biologico, dopo averlo travasato in bottiglie di vetro e riconfezionato con l’apposizione di etichette riportanti immagini e false indicazioni riguardo la natura biologica e l’origine italiana del prodotto, quali anche il logo dell’ente certificatore.

Gli accertamenti hanno consentito di individuare un capannone privo di autorizzazione sanitaria, all’interno del quale venivano stoccati i prodotti lattiero caseari acquistati, le bottiglie ed i contenitori utilizzati per il compimento dell’attività illecita, un furgone sprovvisto di vano refrigeratore utilizzato per il trasporto e consegna della merce fraudolentemente riconfezionata ai punti vendita al dettaglio, nonché di documentare lo smaltimento illecito delle confezioni di tetrapack del latte acquistato, che venivano date alle fiamme in un terreno sul retro del deposito abusivo.

L’operazione

Sono stati sottoposti a sequestro penale oltre 25 chili di prodotti lattiero caseari, il capannone con all’interno 2 frigoriferi industriali ed il furgone, risultato sprovvisto anche di assicurazione e revisione.

Articoli correlati

Back to top button