Politica

“Un milione di voti se cacciate Conte”: il messaggio indirizzato a Maria Elena Boschi

"Un milione di voti se cacciate Conte": è la frase choc che coinvolgerebbe l'ex ministro Maria Elena Boschi e l'ex tesoriere della Lega, Gianmario Ferramonti

Domani andrà in onda un servizio di Report, come anticipato anche dal Fatto Quotidiano, sulla presunta caccia all’ex Premier Conte. “Un milione di voti se cacciate Conte” sarebbe la frase rivolta all’ex ministro Maria Elena Boschi, di Italia Viva, dall’ex tesoriere della Lega, Gianmario Ferramonti. Questo spiegherebbe anche l’accanimento del leader di Italia Viva, nei confronti dell’ex Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.


Un milione di voti se cacciate Conte”: il messaggio rivolto alla Boschi

“Un milione di voti se cacciate Conte”. Questa la frase incriminata, espressa dall’ex tesoriere della Lega Gianmario Ferramonti a Maria Elena Boschi, riportata nel servizio di Report, in onda domani sera, come svelato anche dal Fatto Quotidiano. L’ex ministro ha anche provato a discolparsi, asserendo di aver negato ogni replica al messaggio del leghista Ferramonti.


maria-elena-boschi

Ferramotti chiede di cacciare Conte alla Boschi, esponente di Italia Viva

Ferramotti aveva già risposto alle domande dei giornalisti di Report, nei primi giorni di gennaio. In quell’occasione, l’ex tesoriere della Lega avrebbe anche ammesso di non essere massone, ma di nutrire una profonda stima per Licio Gelli, capo della P2. Dopo le dimissioni di Conte, Ferramotti sarebbe nuovamente stato avvicinato dai giornalisti di Report, ai quali avrebbe reso delle dichiarazioni che hanno ispirato il servizio in oggetto.

Ferramotti, infatti, aveva raccontato dell’interesse mostrato nei confronti di Pier Luigi Boschi, padre della nota deputata Maria Elena, soprattutto in occasione della disavventura di Banca Etruria, prima di rivelare i presunti scambi con la figlia.

Il servizio di Report

Domani andrà in onda il servizio su Rai 3, nella prima puntata della nuova stagione di Report. Ferramonti ha ammesso, in merito ai rapporti con Maria Elena Boschi, deputata di Italia Viva: “Ci scriviamo, non ci parliamo”.

Poi, la frase choc che avrebbe determinato la rovinosa caduta del governo Conte, riferita all’esponente di Italia Viva:  “Gli avevo dato una piccola notizia, che se buttavano giù questo cretino di Conte magari gli davamo una mano, vediamo”. Nel servizio appare anche un uomo oscurato, altrettanto sicuro di volere “la testa di Conte” al punto che l’ex leghista dichiara al giornalista di Report: “qui hai un rappresentante di Confimea, della Cifa”. Poi, rivolgendosi all’uomo oscurato nel servizio asserisce: “Insieme qualche milione di voti ce l’abbiamo, no? E se decidiamo…”.

In sostanza, questi voti potrebbero essere spostati su qualunque partito. Infine, l’ex tesoriere non chiude le porte a nessuna corrente, ritenendo di appoggiare: “Chi sarà al momento giusto al posto giusto…”.

La replica di Boschi sulla presunta caccia a Giuseppe Conte

 Nel frattempo, a Report, è giunta anche la voce di Maria Elena Boschi, in merito al presunto scambio di messaggi. L’ex ministro conferma di averli ricevuti e ignorati, perché provenienti da un numero non salvato in rubrica. “Non ho mai risposto ai suddetti messaggi” , assicura la Boschi, “né parlato con il sig. Ferramonti, men che mai della crisi di governo”.

Articoli correlati

Back to top button