Gossip

Belen a Le Iene parla di dismorfofobia: “Mi aiuta la psicoanalisi”

La conduttrice debutta a Le Iene per parlare di dismorfofobia con una ragazza che ne soffre

Belen Rodriguez debutta a Le Iene per parlare di dismorfofobia con Federica, una ragazza che ne soffre. In questo modo, è riuscita a svelare tutte le sue piccole insicurezze. La modella, conduttrice e showgirl ha parlato con medici ed esperti.

Le Iene, Belen parla di dismorfofobia

“Mi piaccio quando mi sveglio. Col passare degli anni, con le gravidanze, ci sono stati diversi periodi in cui non mi vedevo al top. C’erano momenti in cui mi preoccupavo di come venivo in video. Lo faccio ancora, ti senti nudo davanti a una telecamera“. Belen Rodriguez debutta a Le Iene come inviata per parlare di dismorfofobia. Si tratta di un disturbo psicologico di alcuni giovani più fragili che, tra chirurgia estetica e social, entrano in crisi e sofferenza psicologica. Molto spesso, si concentrano in maniera ossessiva su un difetto fisico, a volte anche inesistente.

La modella e conduttrice televisiva parla con medici e persone affette da dismorfofobia e rivela le sue insicurezze. “I filtri fortissimi sui social ti fanno credere di essere un’altra persona. Non deve diventare un”ossessione, è una questione di equilibrio”, aggiunge la showgirl. Poi ha avuto modo di confrontarsi con Federica, una ragazza che soffre di questo disturbo.

belen-rodriguez-le-iene

“Cerco di non guardarmi allo specchio anche se faccio un lavoro che ha molto a che fare con l’immagine, perché quando mi guardo mi concentro su dei particolari che non mi piacciono, li trovo sbagliati, deformi”. Poi ancora, Belen spiega: “Sono andata tanto in psicoanalisi, ci ho lavorato tantissimo, perché nel mio mestiere sei sempre alla mercé degli altri, non credevo più ai complimenti, ho sofferto un sacco, e ho iniziato ad andare in analisi”.

Articoli correlati

Back to top button