Cronaca

Bergamo, va a vedere l’alba ma cade in un dirupo: muore a 19 anni, atletica leggera in lutto

Francesca Barbara Mirarchi, precipitata ai Laghi Gemelli, in Alta Val Brembana, era una giovane promessa. Il dolore corre sui social

Sulla cima delle Prealpi Orobie per fotografare l’alba. È morta precipitando in un dirupo per 15 metri, al sorgere del sole di venerdì 30 luglio, Francesca Barbara Mirarchi, 19enne di Lissone (Monza e Brianza), giovane promessa dell’atletica leggera.

Bergamo, va a vedere l’alba ma cade in un dirupo: muore Francesca Barbara Mirarchi

Era salita in alta quota con alcuni amici e lì aveva passato la notte: si era svegliata, però, molto presto per vedere l’alba da sola, ma deve essere scivolata mentre cercava un punto di osservazione. Fatale quel volo. A piangerla anche la società sportiva, con la quale aveva ottenuto diversi successi a livello nazionale. I funerali lunedì.

La caduta fatale

Venerdì, attorno alle 10,30 gli amici che erano in quota con lei, dopo averla cercata invano, hanno dato l’allarme. In alta Val Brembana sono così arrivati i soccorritori del Soccorso alpino e dei vigili del fuoco: in azione anche due elicotteri. Il corpo senza vita della giovane è stato recuperato attorno alle 17 e portato al cimitero di Branzi. Sul posto anche i carabinieri.

Lutto nell’atletica leggera

La notizia della tragica morte della 19enne si è subito diffusa sui social. A rendere omaggio a Francesca Mirarchi, per primi, i compagni di atletica. “Una notizia che lascia purtroppo senza fiato”, si legge in un post dell’Atletica Riccardi Milano 1946, che ricorda le sue imprese sportive: “Con i nostri colori ha conquistato il titolo regionale Allieve della staffetta 4×400 nel 2018 e disputato i Campionati Italiani di categoria nello stesso anno sui 400m ostacoli, raggiungendo personali da 1’01”62 sui 400 piani e 1’08″22 tra le barriere”.

Anche il Comune di Cinisello Balsamo (Milano), attraverso le sue pagine social, ricorda la campionessa: “Francesca Barbara Mirarchi, figlia del presidente della Società sportiva CBA, ha perso la vita dopo essere caduta da un salto di roccia, nell’Alta Val Brembana. Una tragedia che addolora e sconvolge. Francesca da pochi mesi aveva cominciato un tirocinio in Comune nel Settore Sport. L’Amministrazione comunale esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia”.

L’ultimo saluto all’atleta sarà dato lunedì alle 14.30 nella Prepositurale dei Santi Pietro e Paolo a Lissone. E proprio il sindaco di Lissone, Concetta Monguzzi, scrive: “A Francesca un saluto da parte della città di Lissone. Con il cuore pieno di sgomento e di tristezza ci accorgiamo di quanta energia, bellezza e sogni trasmettevi. Sei una forza. Un abbraccio di vicinanza alla tua famiglia”.

Articoli correlati

Back to top button