Cronaca

Bolzano, disinnesco di un ordigno della Seconda Guerra Mondiale: 4400 persone dovranno evacuare

Quasi 4400 persone dovranno lasciare provvisoriamente le proprie case per consentire agli artificieri di disinnescare un ordigno bellico

Disinnesco di un ordigno bellico della Seconda Guerra Mondiale a Bolzano previsto per la giornata di domani, domenica 17 luglio: quasi 4400 persone saranno costrette a lasciare provvisoriamente le proprie case.

Bolzano, disinnesco di un ordigno della Seconda Guerra Mondiale

Giornata movimentata si prospetta quella di domani, dove circa 4400 persona saranno costretta a lasciare provvisoriamente le proprie case per motivi di sicurezza e per consentire agli artificieri di far brillare l’ordigno senza mettere a rischio l’incolumità della popolazione.

L’ordigno

L’ordigno in questione è una bomba di aereo di fabbricazione Americana rinvenuta, nel corso di una serie di scavi realizzati nell’ambito del cantiere WaltherPark, lo scorso 1 luglio in via Alto Adige.

L’evacuazione

Il primo cittadino ha dunque emanato l’ordinanza di evacuazione per i 4.383 residenti che vivono in quella che è stata identificata come “zona rossa”.

Entro le ore 8.45 dovranno “temporaneamente lasciare le proprie abitazioni”. Potranno spostarsi da amici e parenti oppure nelle strutture messe a disposizione dal comune. Non appena la procedura di evacuazione sarà completata potranno ritornare nelle proprie abitazioni. La fine dei lavori è prevista per le ore 12 e solo quando suoneranno le sirene della protezione Civile potranno dirsi ufficialmente conclusi.

Articoli correlati

Back to top button