CronacaPolitica

L’onorevole Claudio Borghi (Lega) sfida Crisanti sull’utilità del lockdown

Il deputato della Lega Claudio Borghi sfida Crisanti sull'utilità del lockdown, mostrando studi dell'Università di Stanford

Durante la puntata di Piazzapulita, di ieri sera, il deputato della Lega Claudio Borghi ha attaccato Crisanti e gli epidemiologi italiani, sostenitori di “un inutile lockdown”. Con assoluta tranquillità, il microbiologo dell’Università di Padova, Andrea Crisanti, ha replicato mettendo in discussione le competenze scientifiche dell’onorevole Borghi. Infine, prima di terminare l’intervento, ha affermato: “Lei non ha capito nulla di epidemiologia”.

Scontro Crisanti e Borghi sull’utilità del lockdown

Ieri sera, durante la puntata di Piazzapulita, il deputato della Lega Borghi ha scagliato accuse pesanti contro Crisanti, sconfessando l’utilità del lockdown. Lo scontro si è protratto in più fasi del talk show, senza mai affievolirsi. L’onorevole Borghi, appoggiandosi alle ricerche dell’Università di Standford, ha più volte sostenuto l’inutilità del lockdown, nell’incredulità degli ospiti della trasmissione televisiva.


covid-crisanti-lockdown-codogno

Nello scontro sono stati citati i celebri casi del Cile, “il sistema Bolsonaro” e l’infelice scelta della Svezia di non voler restringere la libertà dei propri cittadini. Poi, quando il focus della conversazione si è spostato sulla gestione regionale della Sardegna e della Lombardia, il clima si è ulteriormente surriscaldato. Innanzitutto, è stato ricordato l’approccio troppo ottimista ed illogico della Sardegna. Dalla zona bianca alla zona rossa in meno di un mese, per evidenti scelte politiche errate. Poi, è stato citato anche il caos legato ai vaccini in Lombardia, ormai celebre, tra scandali ed indagini.

Borghi riporta la visione della Lega e di Salvini

Dopo aver rinnegato i benefici e l’utilità del lockdown, Borghi è stato attaccato da tutti gli ospiti del programma televisivo. A quel punto, rispondendo ad una specifica domanda, ha affermato che la tesi illustrata in studio non è frutto soltanto di un pensiero personale, bensì di tutti gli esponenti del suo stesso partito politico (Lega) e persino dello stesso Matteo Salvini.

Poi, prima di abbandonare lo studio televisivo, lo scienziato Crisanti ha domandato all’onorevole Borghi: “La quarantena funziona”? Borghi, visibilmente stupito dalla domanda, con fare incredulo ha affermato: “La quarantena, in che senso? Tenere in casa una persona contagiata? Si, si. Credo proprio di si”

Crisanti ha ribattuto: “E allora mi spiega perché un lockdown personalizzato funziona e un lockdown, che blocca la trasmissione a livello sociale, non dovrebbe funzionare”? “Professore glielo spiego subito”- irrompe Borghi– “lo dicono gli studi, che forse lei dovrebbe leggere”.

“Lei non ha capito nulla di epidemiologia”, interrompe nuovamente Crisanti. “Lo dice lei dall’alto della sua 573esima posizione, tra gli studiosi italiani, conclude sghignazzando l’onorevole Borghi.

Articoli correlati

Back to top button