Cronaca

Caso Uva, la Cassazione conferma: assolti poliziotti e carabinieri

Un altro capitolo nel lungo caso Uva. La Cassazione ha confermato l’assoluzione di sei poliziotti e due carabinieri per la morte di Giuseppe Uva, l’operaio deceduto in ospedale a Varese nel giugno del 2008, dopo essere stato portato in caserma a seguito di un controllo.

Caso Uva, l’accusa agli imputati

Gli imputati sono accusati di omicidio preterintenzionale e sequestro di persona. Assolti già in primo grado, l’assoluzione è stata confermata anche quest’oggi dalla Cassazione. Decisione le cui motivazioni saranno note tra circa un mese.

La vicenda Uva

Secondo quanto emerso dalle indagini, Giuseppe Uva venne fermato a Varese, in Via Dandolo in pieno centro, nella notte tra il 13 e il 14 giugno 2008 da due militari mentre. Uva stava spostando, con un amico, delle transenne di un cantiere in mezzo alla strada e rovesciando cassonetti.
Fu trattenuto in caserma per alcune ore ma secondo l’amico, Alberto Bigioggero, fu pestato e trasportato in ospedale a Circolo e sottoposto a trattamento sanitario: qui morì la mattina successiva per arresto cardiaco.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button