La Cassazione assolve Ignazio Marino dalle accuse di peculato e falso

cassazione-assolve-ignazio-marino

La Cassazione assolve l'ex Sindaco di Roma Ignazio Marino, "perchè il fatto non sussiste". Marino, era accusato di peculato e falso

La Cassazione assolve l’ex Sindaco di Roma Ignazio Marino, “perchè il fatto non sussiste”. Marino, era accusato di peculato e falso per la vicenda degli scontrini delle cene di rappresentanza quando era Sindaco della Capitale.

La Cassazione assolve Ignazio Marino

La Cassazione ha annullato senza rinvio la condanna a due anni di reclusione nei riguardi dell’ex Sindaco di Roma. Marino era accusato di peculato e falso.

Al centro del processo, la rendicontazione di una cinquantina di cene, per un totale di circa 12mila euro, che Marino aveva pagato con la carta di credito di rappresentanza del Campidoglio durante i 28 mesi del suo mandato tra il 2013 e il 2015.

Bisognerà ora attendere le motivazioni alla base del verdetto assolutorio della Cassazione, che, generalmente, vengono depositate entro 90 giorni.

TAG