CronacaPolitica

Conte annuncia le battaglie del M5S: “Etica pubblica, lotta agli sprechi e Spazzacorrotti”

Dopo aver lanciato il nuovo Statuto, disponibile online sul sito del M5S, Conte preannuncia le prossime battaglie: "Etica pubblica, lotta agli sprechi e Spazzacorrotti"

“Il M5S riparte con un nuovo slancio, nuova forza”, conferma il leader in pectore Giuseppe Conte, durante la diretta Facebook del 17 luglio. Dopo un breve cenno al ritardo sulla tabella di marcia, l’ex Premier spiega i punti cardine del suo nuovo progetto, partendo da un nuovo Statuto fino alla maggiore distinzione tra incarichi di garanzia e di indirizzo politico. “Il Movimento è cambiato”, sintetizza Conte, “ma ha lasciato immutato il suo tratto distintivo: mettere al centro sempre e soltanto l’interesse dei cittadini”. Etica pubblica e lotta agli sprechi saranno ancora i pilastri della strategia di rilancio del Paese. Sulle riforme realizzate, tra cui Spazzacorrotti e Reddito di Cittadinanza, Conte rassicura: “non possiamo lasciare che vengano cancellate”

Conte lancia il nuovo statuto del M5S

“Momenti di smarrimento e di stanchezza. Possiamo ripartire spinti da quel vento che per il M5S soffia ancora. É il vento delle battaglie che verranno, quelle ancora da vincere. Il vento che spazza via nubi ed incomprensioni”. Così, Giuseppe Conte presenta “il nuovo Statuto, la carta dei principi e dei valori del MoVimento, disponibili sul sito internet”.

Separazione tra ruoli di garanzia e di indirizzo politico

“Lo Statuto contiene le basi per rilanciare l’azione comune” e secondo l’ex Premier garantirebbe “la piena agibilità politica del Presidente del Movimento, una chiara separazione tra ruoli di garanzia e quelli di indirizzo politico“.


conte-presenta-nuovo-statuto-m5s

 Conte (M5S): “Etica pubblica, lotta agli sprechi e Spazzacorrotti”

(Il M5S) “Ha avuto il merito di aver imposto, nel dibattito politico, temi che stavano a cuore solo ai cittadini, ma che la classe politica fingeva di ignorare”, garantisce Conte.  “Etica pubblica, lotta agli sprechi, ai privilegi, la politica intesa come servizio pubblico, la disparità, la lotta alle diseguaglianze, la sostenibilità ambientale, la transazione energetica e digitale”.

“Nel 2018 il MoVimento ha ottenuto la fiducia di oltre 10 milioni di italiani, diventando la prima forza politica in Parlamento, grazie agli impegni presi con gli elettori. Questi impegni, in parte, li abbiamo già mantenuti realizzando gran parte delle riforme che avevamo promesso e che oggi non possiamo lasciare che vengano cancellate. è una questione di rispetto per la democrazia, di rispetto per gli elettori ed è una questione di coerenza, che è fondamentale per alimentare il rapporto di fiducia tra i cittadini ed il MoVimento”.

“Siamo quelli della Legge Spazzacorrotti, dei decreti contro il precariato, a favore dei diritti dei riders, quelli che hanno tagliato le tasse, reso più pesanti le buste paga dei lavoratori, quelli che per primi hanno iniziato a parlare di sostegni per gli autonomi e Partite Iva, siamo quelli che hanno agito concretamente per attenuare il divario tra Nord e Sud, stanziando risorse per riequilibrare le differenze territoriali. Siamo quelli del Superbonus, che sta aiutando il settore dell’edilizia, rilanciando l’economia, traducendo in fatti concreti l’auspicio della transizione ecologica”.

Conte rassicura: “Reddito di Cittadinanza e Giustizia”

“Abbiamo realizzato il Reddito di Cittadinanza, che oggi qualcuno, per interesse di bottega, vorrebbe smantellare. Ma non è questa la strada per aiutare davvero gli italiani. Piuttosto miglioriamolo, rendiamolo davvero efficace e funzionante, soprattutto per la parte delle politiche attive del lavoro. Perché è questo ciò che serve, non eliminarlo.

“Siamo quelli che vogliono processi veloci, ma non accetteranno mai che vengano introdotte soglie di impunità e venga negata giustizia alle vittime dei reati. Non accetteremo mai, ad esempio, che il processo penale per il crollo del ponte Morandi possa rischiare l’estinzione”.

Articoli correlati

Back to top button