Cronaca
Trending

Covid Campania, i dati delle province oggi, 9 dicembre: cala la percentuale dei positivi

Covid in Campania, i dati del 6 dicembre delle province: Napoli resta la più colpita, seguono Caserta e Salerno

Aumentano i casi di coronavirus in tutte le province della Campania. Il maggior incremento lo si registra sempre a Napoli dove sono emersi 649 nuovi casi di contagio sui 1.361 registrati in tutta la Regione Campania nelle ultime ventiquattro ore. 

Covid in Campania, i dati delle province del 9 dicembre

Dopo quella di Napoli, la provincia più colpita è quella di Caserta con 300 nuovi contagi. Seguono Benevento, Avellino e Salerno:
  • Napoli: 104.152(649)

    Caserta: 31.325(300)

    Salerno: 21.459(11)

    Avellino: 7.857(63)

    Benevento: 3.794 (444)

     

In Campania cala ancora la percentuale di tamponi positivi

Resta sostanzialmente stabile, all’8,57% (ieri era dell’8,7), il tasso di incidenza positivi-test in Campania. Sono stati 1.361, di cui 167 sintomatici, i nuovi contagi rilevati ieri, su 15.872 tamponi.

Campania zona arancione: cosa si può fare e cosa no?

Sono consentiti: 

  • gli spostamenti all’interno del proprio comune
  • la consegna a domicilio
  • le attività sportive e l’attività motoria all’aperto, anche nelle aree attrezzate e nei parchi pubblici
  • Le scuole dell’infanzia, elementari e medie sono aperte.
  • Sono aperti inoltre negozi, alimentari, tabacchi, farmacie, parafarmacie, parrucchieri e centri estetici.

Sono vietati:

  • vietati gli spostamenti tra regioni e tra comuni (salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità: è necessaria l’autocertificazione)
  • bar e ristoranti chiusi (consentito solo asporto e consegne a domicilio fino alle 22)
  • vietato circolare dalle ore 22 alle 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Si raccomanda di limitare gli spostamenti se non per motivi di salute, lavoro, studio e situazioni di necessità;
  • centri commerciali chiusi nei festivi e nei prefestivi (esclusi negozi alimentari, farmacie ed edicole al loro interno)
  • mostre, musei, cinema, teatri, sale scommesse, bingo, piscine e palestre chiusi
  •  sospese le prove pubbliche in presenza a parte i concorsi di abilitazione di medici, sanitari e Protezione civile
  •  chiuse le università: attività didattica a distanza salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori
  •  riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico

La Campania verso la zona gialla: ecco quando

Negli ultimi giorni in Italia si sta assistendo a un calo dei contagi. La Campania, insieme ad altre regioni, cambieranno colore domenica: da zona arancione passeranno a zona gialla. 

Da venerdì 11 dicembre la cabina di regia del Comitato tecnico scientifico e del ministero della Salute potrebbe approvare lo spostamento di alcuni territori in fasce di rischio diverse da quelle in cui si trovano ora. Diverse regioni potrebbero diventare gialle, con minori restrizioni anti coronavirus.

Articoli correlati

Back to top button