Cronaca
Trending

Covid, la variante inglese ha acquisito la mutazione sudafricana: cosa succede adesso?

Potrebbe implicare la possibilità di reinfezione e ridurre l’efficacia dei vaccini attualmente in commercio

Covid, la variante inglese ha acquisito la mutazione sudafricana: cosa succede adesso? Potrebbe implicare la possibilità di reinfezione e ridurre l’efficacia dei vaccini attualmente in commercio

Covid, la variante inglese ha acquisito la mutazione sudafricana

La mutazioni del SARS-Cov—2 continuano a suonare campanelli d’allarme in merito alla necessità di vaccinare presto più persone possibile e di limitare con ogni mezzo la circolazione del virus. La mutazione che preoccupa di più, perché capace di aggirare in parte le difese del sistema immunitario, la E484K, si è verificata spontaneamente nella variante britannica, l’unica tra le tre “sorvegliate” (inglese, sudafricana e brasiliana) che ne era priva.

Lo ha dichiarato un professore che fa parte del Comitato tecnico preposto al controllo del Covid-19 dal governo britannico. La mutazione E484K è quella verso la quale l’efficacia dei vaccini sembra indebolita, mentre gli stessi sembrano ugualmente efficaci nel caso di variante inglese. “La mutazione più preoccupante, che chiamiamo E484K si è verificata spontaneamente in alcune parti del Paese“, ha detto Calum Semple, membro dello Scientific Advisory Group for Emergencies.

Il governo inglese sta iniziando un vasto programma di sequenziamento in aree in cui è stata appena rilevata la variante sudafricana in persone senza legami o storia di viaggi con il Sud Africa.

Perché temere la mutazione E484K

La mutazione E484K è preoccupante non solo perché alcuni vaccini hanno risposto peggio in termini di efficacia, come Novavax e Johnson & Johnson, ma anche perché in laboratorio ha dimostrato la potenziale capacità di aggirare la risposta anticorpale del sistema immunitario in modo da provocare reinfezioni o comunque abbassare la forza delle nostre difese.

Dove è diffusa (Sudafrica e Brasile) sembra infatti essere responsabile di numerose reinfezioni. Non solo: si è manifestata in Brasile e Sudafrica in modo indipendente, in posti che avevano avuto un’alta prevalenza del virus (come in Gran Bretagna o a Manaus) quasi che fosse un modo del virus per aggirare le difese in caso di popolazioni già immuni perché contagiate nelle precedenti ondate o perché vaccinate.

FONTE IL CORRIERE DELLA SERA


Articoli correlati

Back to top button