PoliticaSpeciale elezioni

Elezioni 2022: per i piccoli Comuni il quorum scende al 40%

Nei piccoli Comuni, ovvero quelli sotto i 15mila abitanti, che avranno una sola lista in corsa per le elezioni, il quorum scenderà al 40%

Le Elezioni amministrative 2022 si terranno il 12 giugno. Il turno di ballottaggio si terrà il 26 giugno.  Nei piccoli Comuni, ovvero quelli sotto i 15mila abitanti, che avranno una sola lista in corsa per le elezioni, il quorum scenderà al 40%. Eccome come funziona.

Elezioni e quorum al 40%: come funziona?

A stabilire il quorum “ribassato” del 40% è il decreto del Governo pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Sono molti i Comuni al voto in cui per le elezioni si profila la presenza di una sola lista, come Sovere e Leffe per esempio, una tendenza sempre più frequente nei piccoli paesi. Proprio per questo è arrivato il nuovo decreto del Governo che sposta dal 50% al 40% il quorum necessario per rendere valida l’elezione del sindaco e del consiglio comunale. Abbassare il quorum significa quindi abbassare il rischio di commissariamento.


Dove e quando si vota nel 2022


Le parole del ministro D’Incà

“Una questione sollevata da molti amministratori locali – spiega il Ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà -, in questo modo, stabilendo il quorum al 40% dei votanti per i Comuni fino a 15mila abitanti e il mancato calcolo degli elettori iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (Aire) che non esercitano il diritto di voto, siamo venuti incontro ad una esigenza espressa da diverse realtà territoriali italiane. L’obiettivo è rendere questo provvedimento strutturale, senza la necessità di un rinnovo periodico quando si presentano le elezioni comunali”.

Articoli correlati

Back to top button