PoliticaSpeciale elezioni

Ballottaggi, il centrosinistra vince in 7 capoluoghi su 13, il centrodestra in 4 | Letta: “Risultato straordinario”

I comuni capoluogo sono 13, di cui solo Catanzaro è capoluogo di regione

Elezioni comunali 2022: ecco i risultati in diretta dei ballottaggi in Italia. I comuni capoluogo sono 13, di cui solo Catanzaro è capoluogo di regione. Gli altri sono: Alessandria, Cuneo, Como, Monza, Verona, Gorizia, Parma, Piacenza, Lucca, Frosinone, Viterbo e Barletta. Si è votato dalle 7 alle 23 e lo spoglio elettorale è iniziato alle ore 23, subito dopo la chiusura delle urne.

I ballottaggi delle elezioni comunali segnano la clamorosa vittoria del centrosinistra, che strappa al centrodestra 7 capoluoghi sui 13 in cui si è votato: Verona, Parma, Piacenza, Cuneo, Catanzaro, Alessandria e Monza. Nella città scaligera viene eletto Damiano Tommasi, mentre in quella calabrese Nicola Fiorita. Stessa situazione con Michele Guerra a Parma, Katia Tarasconi a Piacenza, Giorgio Abonante ad Alessandria, Paolo Pilotto a Monza e Patrizia Manassero a Cuneo. Al centrodestra vanno 4 capoluoghi: Barletta con Cosimo Cannito, Gorizia con Rodolfo Ziberna, Frosinone con Riccardo Mastrangeli e Lucca con Mario Pardini. “È un risultato straordinario che ci soddisfa pienamente”, commenta il segretario del Pd Enrico Letta.

Ballottaggi: i risultati

Damiano Tommasi è il nuovo sindaco di Verona, vincendo al ballottaggio contro Federico Sboarina appoggiato dal centrodestra. A Parma è stato eletto Michele Guerra, ad Alessandria vince Giorgio Abonante del Pd. Il ‘campo largo’ vince anche a Catanzaro con Nicola Fiorita, dove il centrosinistra non governava da 11 anni. E poi la riconquista di Piacenza (Tarasconi sindaco) e di Parma (vince Guerra). Il segretario del Pd, Enrico Letta, dal Nazareno esulta e commenta: “Grande successo per il Pd e cil centrosinistra”.

Centrosinistra

– La vittoria più significativa è forse quella dell’ex calciatore Damiano Tommasi, che col 53,4% dei voti sfila la poltrona di primo cittadino all’uscente Federico Sboarina. Pesante anche il sorpasso del centrosinistra a Catanzaro, che vede la sfida tra i due professori universitari vinta da Nicola Fiorita con il 58,24% contro Valerio Donato, che invece si ferma al 41,76%. Il “campo largo” teorizzato da Enrico Letta riconquista anche Piacenza e Parma, rimane saldo a Cuneo con Patrizia Manassero (primo sindaco donna nella storia del Comune), e vince la sfida nella Monza di Berlusconi, portando alla vittoria Paolo Pilotto. A chiudere la lista dei capoluoghi Carrara, dove come prima cittadina è stata eletta Serena Arrighi (Pd).

Centrodestra 

– Al centrodestra vanno invece Gorizia con Rodolfo Ziberna, Frosinone con Riccardo Mastrangeli, Barletta dove vince Cosimo Cannito e Lucca con Mario Pardini. A commentare i risultati per la Lega è Stefano Locatelli, responsabile Enti Locali: “Le divisioni hanno penalizzato il centrodestra e aumentato l’astensione, che serva a tutti di lezione. Soddisfazione per le conferme, da Sesto San Giovanni (ormai ex “Stalingrado d’Italia”) a Frosinone, dispiacere e analisi da fare città per città laddove si è perso, dopo un primo turno positivo. Quando litiga o si divide, il centrodestra perde, quando parte unito e allarga il suo campo, come a Lucca, vince dopo anni di sinistra”. Anche Forza Italia si esprime sui ballottaggi: “Ci ha ovviamente penalizzato la scarsa affluenza. Sindaci scelti da un terzo degli elettori dovrebbero preoccupare tutti. Questo dimostra che il doppio turno non funziona e non funziona votare in un solo giorno. Naturalmente l’astensionismo da sempre penalizza soprattutto noi”, afferma Licia Ronzulli.

Le parole di Enrico Letta

– “Alla fine paga la linearità e la serietà”, sottolinea Enrico Letta. “Vinciamo perché la responsabilità è più importante di tutto, in questo momento difficile serve una politica che sia seria e lineare. Il campo largo è stato preso in giro ma questa strategia paga. Perde male il centrodestra per scelte incredibili, scegliendo fuoriusciti del centrosinistra, penso a Catanzaro. Questo è sicuramente un risultato che rafforza la stabilità e il lavoro del governo. E questo conta in un momento come quello che stiamo vivendo”.

Giorgio Abonante (Pd) è il nuovo sindaco di Alessandria

Giorgio Abonante (Partito Democratico) è il nuovo sindaco di Alessandria,. Quando ormai manca il risultato di 4 sezioni su 93, è oltre il 54% contro il 45,5% del sindaco uscente, Gianfranco Cuttica di Revigliasco. La città torna quindi al centrosinistra dopo cinque anni di guida del centrodestra.

A Verona vince il centrosinistra, Tommasi sindaco

Damiano Tommasi è il nuovo sindaco di Verona. Quando sono state scrutinate 241 sezioni su 265, Tommasi candidato del centrosinistra, è al 53,34%, mentre l’avversario Federico Sboarina appoggiato dal centrodestra è al 46,66%. Sono i dati pubblicati dal sito del comune di Verona.

Il centrosinistra strappa Alessandria al centrodestra: Abonante al 54,4%

Il centrosinistra e M5S strappano al centrodestra il sindaco di Alessandria. Giorgio Abonante, candidato del Pd, sostenuto anche dal Movimento e dopo il primo turno da Azione, è il nuovo sindaco di Alessandria con il 54,4%. Batte il sindaco uscente della Lega, Gianfranco Cuttica.

Michele Guerra è il nuovo sindaco di Parma

Michele Guerra è il nuovo sindaco di Parma: il candidato del centrosinistra, con lo scrutinio quasi ultimato, è infatti saldamente in testa (attorno al 65%) rispetto al suo sfidante, l’ex sindaco Pietro Vignali, sostenuto dal centrodestra. Guerra è in continuità col suo predecessore Federico Pizzarotti, di cui era assessore alla cultura. Nella coalizione di Guerra c’è anche il Pd: il principale partito di centrosinistra torna a far parte della maggioranza che governa Parma dopo 24 anni di opposizione. “E’ un grande risultato di un progetto coeso che non deluderà la città”, ha detto.


L’AFFLUENZA


Il ballottaggio in 65 comuni in Italia

Seggi aperti oggi dalle ore 7 alle 23 per i ballottaggi alle elezioni amministrative 2022: si vota per l’elezione del sindaco e il rinnovo del consiglio comunale nei capoluoghi di provincia Verona, Parma, Piacenza, Alessandria, Cuneo, Carrara, Lucca e Barletta. Al ballottaggio anche le città di Frosinone e Viterbo nel Lazio e Monza e Como in Lombardia. Un capoluogo di regione al voto, si tratta di Catanzaro.


 

Francesco Piccolo

Giornalista professionista, direttore del network L'Occhio che comprende le redazioni di Salerno, Napoli, Benevento, Caserta ed Avellino. Direttore anche di TuttoCalcioNews e di Occhio alla Sicurezza.

Articoli correlati

Back to top button