Cronaca

Oggi l’ultimo addio a Camilla: è lutto cittadino | L’autopsia conferma: morta per emorragia cerebrale

A Sestri Levante i funerali di Camilla Canepa: oggi lutto cittadino per l'ultimo saluto alla 18enne stroncata da una emorragia cerebrale

Si sono tenuti oggi, mercoledì 16 giugno, i funerali di Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni morta la scorsa settimana in seguito ad una trombosi insorta ad una decina di giorni dalla somministrazione del vaccino AstraZeneca. L’autopsia intanto ha confermato il decesso per emorragia cerebrale. A Sestri Levante è stato indetto il lutto cittadino.

A Sestri Levante lutto cittadino per i funerali di Camilla Canepa

L’inchiesta sulla morte di Camilla Canepa prosegue: i pubblici ministeri di Genova Francesca Rombolà e Stefano Puppo sono andati a Sestri Levante a sentire i genitori della giovane e ricostruire insieme a loro la storia clinica della giovanissima.

L’autopsia eseguita dai medici Luca Tajana e Franco Piovella non ha ancora chiarito cosa abbia provocato la morte della ragazza, e ha solo confermato il decesso per emorragia cerebrale. I consulenti procederanno dunque con gli esami istologici per chiarirne le cause. I pm hanno chiesto loro anche di capire se soffrisse o meno di una malattia autoimmune.

Che cos’è la piastrinopenia autoimmune di cui soffriva Camilla? 

La Piastrinopenia Autoimmune (ITP) è una malattia caratterizzata dalla drastica riduzione del numero di piastrine circolanti a causa della loro distruzione e della soppressione della produzione. La malattia viene distinta in due forme: forme primarie (circa 80% del totale) e forme secondarie(20%). In entrambe le forme la natura della malattia sembra essere di tipo autoimmune e si rilevano autoanticorpi anti-piastrine.

Purtroppo però non sono note le cause che scatenano questo processo e danno origine alla malattia. Nelle forme secondarie la malattia insorge a seguito di altre patologie (es: Lupus erimatoso) o a causa dell’assunzione di farmaci.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

 

Articoli correlati

Back to top button