Almanacco

Giornata nazionale per le vittime del Covid, perché ricorre il 18 marzo

Il 18 marzo è la Giornata nazionale in memoria di tutte le vittime del Covid | La data scelta è stata identificata nel giorno del 2020

Oggi si celebra la Giornata nazionale in memoria di tutte le vittime dell’epidemia da Covid, comunemente conosciuta come Giornata nazionale per le vittime del COVID-19 o solamente, del COVID. Istituita nel 2021, si celebra ogni 18 marzo in memoria delle persone decedute a causa del SARS-CoV-2 durante la Pandemia di COVID-19 in Italia.

Covid, oggi la Giornata nazionale in memoria di tutte le vittime

Il testo di legge, approvato nel 2020, riporta l’indicazione di momenti commemorativi di diversa natura quali un minuto di silenzio nazionale, una programmazione speciale da parte della Rai o iniziative didattiche nelle scuole. È stata istituita dalla Camera dei deputati il 23 luglio 2020 e dal Senato della Repubblica il 17 marzo 2021.

In occasione della Giornata nazionale, tutti gli edifici pubblici esporranno le bandiere a mezzʼasta e numerosi sono gli eventi organizzati in tutta Italia. Si tratta del terzo anno consecutivo in cui questa giornata viene dedicata alla memoria delle persone che hanno perso la vita a causa della pandemia. Per l’occasione, oggi il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha voluto dedicare un messaggio a tutte le vittime: “Il 18 marzo 2020 rimane nella memoria come uno dei momenti più drammatici della storia della Repubblica. Una minaccia di livello globale, con caratteri sconosciuti, che ha colpito ogni Paese, sollecitando, anche a livello internazionale, azioni istituzionali e iniziative scientifiche di pronto intervento, attivando sistemi di tutela della salute e suscitando sentimenti di diffusa solidarietà”.

“In questa Giornata rinnovo sentimenti di partecipazione al dolore dei familiari delle vittime e nello stesso tempo esprimo riconoscenza a quanti hanno contribuito a contenere un pericolo così grave, improvviso e pervasivo, tale da mettere a repentaglio la salute pubblica globale. L’impegno profuso nello scongiurare le conseguenze della pandemia – non ancora pienamente debellata – costituisce un patrimonio di valori fondamentali da preservare per esser in condizione di far fronte a ogni sfida di portata internazionale”.

Perché è stata scelta questa data

La data scelta è stata identificata nello stesso giorno del 2020 in cui i mezzi pesanti dell’Esercito Italiano contribuirono alla rimozione delle centinaia di bare depositate presso il cimitero monumentale di Bergamo, la cui colonna di mezzi suscitò molta impressione nell’opinione pubblica in piena prima ondata del coronavirus.

Il primo anniversario

Nel 2021, in occasione del primo anniversario, il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha presenziato a una piccola cerimonia tenutasi a Bergamo nel parco della Trucca, di fronte all’ospedale Papa Giovanni XXIII, dove sono stati piantati dei tigli in ricordo delle vittime del virus

Articoli correlati

Back to top button