CronacaScienza e Tecnologia

Gmail down, gli indirizzi di posta elettronica non funzionano | COSA STA SUCCEDENDO IN TUTTO IL MONDO

Ecco cosa sta succedendo in tutto il mondo, come è la situazione in Italia e le segnalazioni degli utenti

Gmail Down, da circa un’ora gli indirizzi di posta elettronica non funzionano: ecco cosa sta succedendo in tutto il mondo, come è la situazione in Italia e le segnalazioni degli utenti.

Gmail Down, cosa sta succedendo

Gmail non funziona in gran parte del mondo. Il servizio di posta elettronica da circa un’ora sta registrando problemi dagli Stati Uniti fino all’Italia. In modo istantaneo è diventato virale l’hastag #Gmaildown su Twitter. Migliaia le segnalazioni da parte degli utenti per presunti disservizi.

La mappa

Su Downdetector il diagramma si è impennato: la mappa mostra maggiori disservizi negli Stati Uniti, a Los Angeles, New York e Boston. Prolematiche riscontrate anche in Italia e in Europa come riportato dal TheSun. Molte le segnalazioni e lamentele di utenti postate sui social: “Gmail non funziona, sto impazzendo”, ha scritto uno dei tanti.

C’è anche chi è più specifico circa la problematica: ovvero i messaggi vengono inviati ma “le email non vengono ricevute”. Un altro twitter parla di una situazione globale.

La situazione in Italia

Anche se la maggior parte dei commenti sono stranieri, anche in Italia la posta elettronica non funziona. E le segnalazioni fioccano in rete: “Sembra che Gmail funzioni solo a singhiozzo o è solo un problema mio?”, riferiscono alcuni utenti. Altri dichiarano che è da un’ora che il servizio si è interrotto.

La mappa italiana rivela le città in rosso: ovvero Torino, Milano, l’area tra Livorno e San Marino, Perugia e Roma dove sono maggiori i problemi riscontrati mentre in arancione sono principalmente le città del Sud come Napoli, Bari, Palermo, Messina e Catania. Ovviamente questo non significa che i problemi sono riscontrati solo dai territori precedentemente elencati. Si tratta solo di disservizi maggiori, ma fondamentalmente Gmail non funziona ovunque.

La multinazionale americana con sede in California non ha ancora rilasciato nessuna nota per spiegare la natura del disservizio.

Articoli correlati

Back to top button