Politica

Governo, la riforma del congedo familiare: si punta a renderlo “condiviso”

Il Governo studia la possibilità di estendere il congedo obbligatorio per la nascita e l’adozione di un figlio da cinque a sei mesi prevedendo che il papà ne utilizzi il 20% quindi un mese.

La riforma del congedo familiare

La prossima settimana al ministero del Lavoro si insedierà un gruppo di esperti con l’obiettivo di studiare una serie di proposte tra cui quella che riguarderà la possibilità di estendere il congedo famigliare.

Attualmente il congedo prevede 5 mesi obbligatori per la madre. Da qualche anno è stato introdotto il congedo obbligatorio per il padre che nel 2020, con la Legge di Bilancio, è salito da 5 a 7 giorni, più un giorno facoltativo che però può essere preso solo in sostituzione della madre.

Articoli correlati

Back to top button