Almanacco

Lady Gaga la star del pop: cantante e attrice pluripremiata con un doloroso passato

Ora è una famosa star del pop con una carriera ricca di successi ma il suo passato non è stato tutto rose e fiori: vittima di bullismo, di emarginazione sociale... dopo tante lotte ha superato le se paure ed è diventata l'icona e la voce possente di tutte le vittime discriminate dalla società

Lady Gaga è la star del pop per eccellenza. Grazie alla sua voce, alle sue performance e al suo stile inconfondibile, è infatti definita una delle migliori interpreti pop del XXI secolo.

Icona camaleontica, dallo stile eccentrico e stravagante, portavoce della diversità in tutte le sue forme, la cantante ha avuto un passato molto doloroso: è stata vittima di bullismo e di discriminazioni, dovute alle sue note e fiere origini siciliane e al suo aspetto “privo dei noti standard di bellezza” imposti dalla società.

Ora Stefani, oltre ad essere una cantante, è anche una famosa attivista LGBT che nel 2012, insieme a sua madre Cynthia, ha fondato la Born This Way Foundation, un’organizzazione con lo scopo di prevenire i casi di abusi sessuali, ascoltare ed aiutare coloro che non hanno voce: come le vittime di bullismo e di discriminazioni.


lady-gaga-vita-carriera-musica-curiosita


Lady Gaga, la star del pop: dalle discriminazioni alla rivalsa

Stefani Joanne Angelina Germanotta, in arte Lady Gaga, è nata il 28 marzo 1986 al Lenox Hill Hospital, nell’Upper East Side di New York.

Il padre, imprenditore e ristoratore statunitense, ha origini siciliane, suo nonno, infatti, era emigrato da Naso, in provincia di Messina, mentre la madre è una casalinga statunitense di origini franco-canadesi. Gaga ha anche una sorella minore di nome Natali, laureata in fashion design.

Lady Gaga ha frequentato una scuola cattolica per sole ragazze la Convent of the Sacred Heart School, successivamente, durante il liceo, la sua passione per i musical aumenta al punto di interpretare varie protagoniste in diverse produzioni.

All’eta di 15 anni apparì brevemente nell’episodio Piccoli boss crescono della serie televisiva I Soprano, mentre all’età di 19 anni, appare nel programma televisivo di MTV Boiling Points.

Nel 2014 raccontò che durante gli anni degli studi oltre ad aver subito diversi atti di bullismo è stata anche stuprata da un uomo più grande di lei di circa 20 anni, una violenza subita che non aveva mai raccontato per la vergogna. Cercò di superare il trauma con l’alcolismo e con la terapia ma in seguito a questo accaduto ha iniziato a soffrire di disturbo da stress post-traumatico.

Dopo il liceo, incoraggiata dalla madre, Germanotta è riuscita ad entrare alla Tisch School of the Arts dell’Università di New York, abbandonandola poco dopo per dedicarsi completamente alla sua carriera musicale.

Lasciata quindi la casa dei suoi genitori, ha iniziato a vivere in piccoli appartamenti e ad esibirsi nei club del Lower East Side, con delle band da lei formate, come: Mackin Pulsifer e Stefani Germanotta Band.

L’esordio

Nell’estate del 2005, Lady Gaga registrò un paio di brani insieme al rapper Melle Mel, per un audio libro per bambini chiamato The Portal in the Park.

Nel settembre dello stesso anno fondò la Stefani Germanotta Band, composta da alcuni sui amici come: il chitarrista Calvin Pia, il bassista Eli Silverman e il batterista Alex Beckham.

Il gruppo, che si esibiva in diversi bar, riuscì a conquistarsi diversi sostenitori, tra cui il produttore musicale Joe Vulpis, che permise loro la registrazione di due EP: Words e Red and Blue, venduti in quantità limitata nelle esibizioni del gruppo a New York.

Un giorno il produttore Rob Fusari incaricò una sua aiutante, Wendy Starland, di trovare una ragazza che potesse diventare la frontwoman di un gruppo musicale.

Nel giugno del 2006, l’aiutante di Fusari, incontrò Stefani Germanotta, malgrado quest’ultima non corrispondesse agli “standard prefissati” dal produttore, venne da subito presa in considerazione.

Due settimane dopo quell’appuntamento, la Germanotta vene assunta da Fusari: per rendere commerciale l’ancora 20 enne cantante, Fusari organizzò una riunione con il proprio staff.

Durante quell’incontro, un membro parlò dei Queen e del brano Radio Ga Ga, alla fine della riunione si decise che il nome d’arte della cantante sarebbe stato: Lady Gaga.

Lady Gaga firmò, sempre nel 2006, un contratto con la Def Jam, annullato però dopo soli tre mesi. Successivamente, il capo della Def Jam, L.A Reid, sostenne di aver commesso il più grande errore della sua vita.

Nel 2007, Gaga iniziò a collaborare assiduamente con la DJ e ballerina Lady Starlight. Le due, infatti, si sono esibite in vari concerti e manifestazioni newyorkesi, come: il Mercury Lounge e il Rockwood Music Hall. Nell’agosto dello stesso anno, le due furono invitate a partecipare al festival musicale Lollapalooza, intrattenendo un pubblico di 200 persone.

“A Star is born”, il successo di Lady Gaga

Fusari, intanto, continuava a lavorare con Lady Gaga e nel 2008 inviò alcune delle sue canzoni a Vincent Herbert della Interscope Records: fu così che la cantante venne assunta come cantautrice nella casa discografica. Come cantautrice, scrisse numerosi testi per artisti del calibro di: Fergie, le Pussycat Dolls e Britney Spears.

Sempre nel 2008 Lady Gaga presentò alla sua casa discografica il brano Just Dance, che venne pubblicato l’8 Aprile del 2008.



Il successo arrivò solo nel 2009, quando raggiunse la prima posizione nella lista dei brani più ascoltati in 7 paesi e nella Billboard Hot 100 statunitense. Il singolo vendette circa 7,7 milioni di copie in tutto il mondo, diventando così il quarto brano più venduto dell’anno.

Nel maggio del 2008, avvenne la sua prima apparizione televisiva nella premiazione dei NewNowNext Awards, nella quale Lady Gaga si esibì con Just Dance.

Il 19 agosto pubblicò il suo album d’esordio: The Fame, famosa la canzone Poker Face. Il singolo ufficiale ebbe un successo inaspettato, tanto da raggiungere il primo posto sia nelle classifiche mondiali di oltre 20 Paesi che nella Billboard Hot 100.  Il singolo risultò il più venduto del 2009 con 9,8 milioni di copie vendute.



Dopo Poker Face, la cantante fu ingaggiata come artista di apertura nei concerti: dei New Kids on the Block, delle Pussycat Dolls e dei Take That.

Tra febbraio e marzo del 2009 pubblicò i singoli: Eh, Eh (Nothing Else I Can Say), e Love Game.

Il 12 marzo prese il via il suo primo tour mondiale: The Fame Ball Tour. Si esibì inoltre nel MuchMusic Video Award, sempre nel 2009, vincendo anche il premio come Miglior video di un artista internazionale con il video di Poker Face.

Venne pubblicato poi nel luglio del 2009 il brano Paparazzi, durante l’esibizione di questa canzone, Lady Gaga, sconvolse il pubblico con la sua performance: inscenò un suicidio appendendosi a una corda con del sangue finto che fuoriusciva dal reggiseno.



L’esibizione fu inserita tra le migliori della storia della cerimonia, superata solo dalle esibizioni di: Michael Jackson, Madonna e Jon Bon Jovi. Successivamente partecipò anche agli MTV Europe Music Awards 2009, vincendo il premio come Migliore rivelazione dell’anno.

Dopo il successo di The Fame, Gaga pubblicò un extended play: The Fame Monster, contenente 8 tracce musicali, tra i quali ricordiamo: il primo singolo, Bad Romance, presentato ad uno sketch comico al fianco di Madonna in anteprima al Saturday Night Live.



Il brano si piazzò al primo posto nelle classifiche di oltre 15 Paesi, al secondo posto nella Billboard Hot 100 e con la vendita di  9,7 milioni di copie nel 2010, risultò il secondo singolo più venduto a livello mondiale di quell’anno, dietro solo a Tik Tok di Kesha.

Il video musicale venne, inoltre, posizionato dalla rivista Billboard al primo posto tra i migliori del 21esimo secolo e grazie ad esso riuscì ad ottenere oltre un miliardo di visualizzazioni nei suoi video su YouTube.

Altri due brani estratti da questo album e molto famosi furono: Telephone, interpretato in coppia con Beyoncé e Dance in the Dark, riuscito a entrare in diverse classifiche europee, aggiudicandosi inoltre una nomination ai Grammy Awards del 2011 nella categoria miglior registrazione dance.



Il 27 novembre per promuovere il suo nuovo successo, iniziò la sua seconda tournée mondiale: The Monster Ball Tour.

Dopo la pubblicazione dell’album The Remix (2010) fu pubblicato il terzo singolo dell’album: Alejandro, il cui video fece discutere in diversi Paesi. Il brano ottenne molto successo in Europa e negli Stati Uniti stabilendo così un record, fu il settimo singolo consecutivo della cantante a entrare nella Top 10 del Paese.

Lady Gaga e il successo cinematografico

I suoi singoli iniziali non hanno solo rappresentato l’esordio di questa cantante ma ne hanno confermato il successo, infatti, sempre più in salita è la carriera di questa cantante.

Importante è anche il suo secondo album, Born This Way (2011), che contiene canzoni come: l’omonima Born This Way, Judas e The Edge of Glory; ma importante è anche l’ album  Artpop (2013), contenente il brano Applause, diventato il più grande successo radiofonico negli Stati Uniti.

Gli ultimi album sono: Cheek to Cheek (2014), cantato insieme a  Tony Bennett; Joanne (2016) uno dei lavori più toccanti ed introspettivi di Lady Gaga, e Chromatica (2020).

Nell’ottobre 2018 l’artista ha un forte successo anche nel mondo del cinema con la pellicola A Star is born di Bradley Cooper, pellicola anticipata dal singolo Shallow, inoltre la canzone, interpretata magnificamente dai due attori, vinse il premio Oscar per la Miglior canzone originale.



Altri riconoscimenti e premiazioni

Lady Gaga è una tra le artiste più premiate del panorama musicale.

Tra i suoi premi si annoverano: 1 Premio Oscar, 11 Grammy Award, 3 BRIT Award, 2 Golden Globe, 1 Premio BAFTA (prima donna a riceverlo per una colonna sonora), 13 MTV Video Music Awards, 10 MTV Europe Music Awards, 2 American Music Awards, 13 Guinness dei primati, 1 Contemporary Icon Award dalla Songwriters Hall of Fame (la prima artista a riceverlo), 1 Young Artist Award per i suoi traguardi raggiunti in giovane età e 1 Jane Ortner Artist Award dal The Grammy Museum per aver dimostrato passione e dedizione nell’educare tramite l’arte.

Lady Gaga è stata anche la prima cantante femminile a ricevere il Fashion Icon Award dal Council of Fashion Designers of America, venendo consacrata a icona di stile.

La vita privata

Lady Gaga ha avuto una relazione con Taylor Kinney, a un passo dal matrimonio però i due decisero di separarsi, la cantante raccontò la fine della sua relazione ai microfoni di Vanity Fair:

“Le donne amano in modo molto intenso. Amiamo gli uomini con tutto quello che abbiamo. E a volte non so se l’amore che incontriamo ha il tipo di dignità che cerchiamo. Noi vogliamo solo che un uomo ci ami profondamente, in modo sano e completo. Come noi amiamo lui…”

Dopo la relazione con Kinney ha frequentato il celebre agente, Christian Carino, i due si sono lasciati poco prima della serata degli Oscar 2019.

Dopo la fittizia relazione (a scopo pubblicitario) con l’attore Bradley Cooper, attualmente, pare proprio che si stia frequentando con un altro attore: Jeremy Renner.

Articoli correlati

Back to top button