Cronaca

Manuel Bortuzzo non si arrende e torna a guidare: a febbraio rimase paralizzato

Manuel Bortuzzo torna a guidare. Il primo viaggio in automobile per la promessa italiana del nuoto, vittima di un agguato la notte tra il 2 e il 3 febbraio quando gli spararono a Roma, in piazza Eschilo.

Manuel Bortuzzo torna a guidare

Da Treviso a Roma, in auto, al fianco di papà Franco: “Pa’…per i primi cento chilometri guiderò io”. Dopo l’agguato a febbraio riaprì gli occhi e non si sentì più le gambe.

La ripartenza

Guiderà una Jeep Renegade da Treviso fino a Roma. L’auto gli è stata regalata dai dipendenti e dalla proprietà della concessionaria auto De Bona dove lavora il papà.

“La prossima settimana andremo a Treviso – racconta papà Franco – il 3 dicembre Manuel sosterrà l’esame di patente B speciale”.

Articoli correlati

Back to top button