Cronaca

Massimo muore a 58 anni per una malattia al fegato, 10 giorni fa ha ricevuto la prima dose di Pfizer

Scattano gli accertamenti al Torrette: ipotesi epatite fulminante

È morto all’età di 58 anni Massimo Bonfigli, geometra di Mogliano e funzionario dell’Ufficio viabilità della Provincia di Macerata. Bonfigli è stato ricoverato a seguito di un malessere prima a Macerata, poi trasferito a Torrette. Circa 10 giorni fa aveva ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer e per alcuni giorni aveva avuto un pò di febbre.

Macerata: Massimo Bonfigli morto per un’epatite fulminante

L’ospedale regionale ha disposto per oggi, tramite la medicina legale, l’autopsia per analizzare le cause del decesso. Soltanto dopo l’esame sarà fissata la data del funerale, seguito dalle onoranze funebri Rossetti. Tra le ipotesi sulle cause del decesso, ci sarebbe quella di un’epatite fulminante. “Faremo le indagini necessarie per capire le cause di morte“, spiega la direzione sanitaria degli Ospedali Riuniti. Bonfigli lascia la mamma, due fratelli, una cognata e l’adorata nipotina.


Articoli correlati

Back to top button