Cronaca

Mauro Bellugi racconta il dramma del Covid a Live non è la D’Urso “il virus si è preso le mie gambe”

Lʼex calciatore dellʼInter ha voluto ringraziare tutta Italia per lʼaffetto dimostrato nei suoi confronti

Mauro Bellugi ex calciatore di Inter, Bologna, Napoli e Pistoiese, ha raccontato a Live non è la d’Urso il dramma dell’amputazione di entrambe le gambe a seguito di alcune complicanze dovute al Covid 19.Senza mia moglie e mia figlia, forse non avrei firmato per l’intervento” ha Bellugi raccontando la sua esperienza.

Bellugi “Senza la mia famiglia non avrei firmato per l’intervento”

Voglio ringraziare tutta Italia per il pazzesco affetto che ho ricevuto – ha raccontato – e poi volevo ringraziare la curva Nord dell’Inter che mi ha dedicato uno striscione fuori dall’ospedale“.

Come raccontato dalla moglie Loredana e dalla figlia Giada, Bellugi era stato ricoverato in ospedale il 4 novembre scorso dopo essere risultato risultato positivo al Covid 19. Le sue condizioni di salute si sono aggravate nelle ultime settimane fino a richiedere l’intervento d’urgenza per complicanze sopraggiunte in seguito.

La promessa a Barbara d’Urso

In quei momenti ho pensato che non ero più un ragazzino, ma poi ho detto: perché non andare avanti?“, ha spiegato l’ex difensore dell’Inter. “Ne vengo fuori, verrò di nuovo qui la prima volta che avrò le protesi“, è stata la promessa di Bellugi a Barbara d’Urso.

Non mi è stata fatta l’anestesia totale perché avevo il Covid – ha poi aggiunto – mi hanno riempito di morfina e in camera mia vedevo elefanti e bisonti che correvano in camera mia, qui sei da solo e non c’è nessuno ed è stato molto brutto“.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button