Cronaca

Addio a David Warner, attore di Titanic e Star Trek: ha perso la sua lotta contro il cancro

Era conosciuto sul grande schermo per aver interpretato il maggiordomo Spicer Lovejoy in Titanic

L’attore britannico, David Warner è morto a 80 anni dopo una dura lotta contro il cancro: era conosciuto sul grande schermo per aver interpretato il maggiordomo Spicer Lovejoy in Titanic di James Cameron.

David Warner è morto, l’attore di Titanic e Star Trek

David Warner attore britannico di numerosi film di fama internazionale tra i quali il Titanic di James Cameron, è morto all’età di 80 anni dopo aver lottato a lungo contro il cancro. Tra pochi giorni avrebbe compiuto 81 anni. Era conosciuto per aver interpretato il personaggio di Spicer Lovejoy, maggiordomo con alle spalle una carriera da poliziotto al servizio di Cal Hockley, interpretato da Billy Zane in Titanic.

La nota della sua famiglia

L’attore si è spento domenica 24 luglio come ha fatto sapere la famiglia in un comunicato: “Negli ultimi 18 mesi ha affrontato la diagnosi con la grazia e la dignità che lo contraddistinguevano. Mancherà moltissimo a noi, ai suoi amici e sarà ricordato come un uomo, un partner e un padre dal cuore gentile, generoso e compassionevole, la cui eredità di lavoro straordinario ha toccato la vita di molti nel corso degli anni”, hanno spiegato i famigliari di Warner alla Bbc. “Abbiamo il cuore spezzato”.

La vita

Originario di Manchester, di origini russo-ebraiche, studiò alla Feldon School in Leamington Spa. Terminati gli studi entrò a far parte della Royal Academic of Dramatic Art di Londra. Politicamente orientato a sinistra, negli anni sessanta fece parte attivamente del movimento politico-culturale del “Free cinema” inglese, fondato dai registi Lindsay Anderson, Tony Richardson e Karel Reisz, insieme ad altri colleghi tra i quali Tom Courtenay, Malcolm McDowell, Richard Harris, Alan Bates e Vanessa Redgrave.

La carriera

Warner ha debuttato con le opere shakespeariane, a partire dal ‘Sogno di una notte di mezza estate‘. A soli 24 ani ha ottenuto il ruolo di Amleto. Nel frattempo si è fatto strada anche nel cinema.

Il suo primo film è stato “The King’s Breakfast”. Nel 1964 recita nel film “Tom Jones” di Tony Richardson, mentre nel 1966 riceve la nomination ai Bafta per il ruolo di Morgan Delt in “Morgan matto da legare”, diretto da Karel Reisz, con Vanessa Redgrave e Robert Stephens. Ha ricoperto tre ruoli nella saga di  Star Trek (Star Trek V – L’ultima frontiera, Rotta verso l’ignoto e Star Trek: The Next Generation), mentre di recente era apparso al cinema con “Il ritorno di Mary Poppins” del 2018 e con la serie tv “L’alienista”.

Articoli correlati

Back to top button