Oggi 31 luglio è l’Orgasm Day: la giornata mondiale che celebra l’orgasmo

orgasmo-day

Oggi 31 luglio è l'Orgasm Day, la giornata mondiale che celebra l'orgasmo. Lo scopo era quello di invitare le persone di tutto il mondo ad avere un orgasmo

Oggi 31 luglio è l’Orgasm Day, la giornata mondiale che celebra l’orgasmo. Lo scopo era quello di invitare le persone di tutto il mondo ad avere un orgasmo pensando alla pace, per sprigionare energia positiva.

Orgasm Day, la giornata mondiale dell’orgasmo

Era il 2006 quando Donna Sheehan e Paul Reffel, due attivisti di San Francisco che volevano protestare contro la guerra in Iraq, ebbero l’idea di organizzare la prima giornata mondiale dell’orgasmo. Poi la cosa è piaciuta e gli orgasm day sono diventati due: dal 21 al 22 dicembre, quando cioè si verifica il solstizio d’inverno, e il 31 luglio.

Quante volte proviamo un orgasmo?

Per quanto strano possa sembrare, si sa e si parla ancora molto poco di orgasmo inteso come culmine del piacere sessuale. E spesso, almeno per le donne, resta una sensazione del tutto sconosciuta: studi e ricerche rivelano infatti che almeno una volta il 73 per cento delle donne ha finto e solo il 49% riesce a raggiungere l’orgasmo contro  l’87% degli uomini. NB: di quel 49 per cento di donne, meno del 20% raggiunge l’orgasmo durante il rapporto sessuale

Norvegia, il record di orgasmi

Alla Norvegia il record degli orgasmi secondo una ricerca il 35% dei norvegesi ha orgasmi ogni giorno contro il 12% circa degli inglesi. Gli italiani con cileni, spagnoli e tedeschi sono al 13% di orgasmi ogni giorno. Per ora, però, non è dato sapere quanto i napoletani contribuiscano a questa media.

 

TAG