Cronaca

Pietra di Scone negata al re Carlo III, l’incoronazione può saltare? ECCO I MOTIVI

Ecco i motivi principali e perché la pietra è così preziosa

Al re Carlo III è stata negata la Pietra di Scone, il “gioiello” più sacro della Scozia: possibile dunque che l’incoronazione salti. Ecco i motivi principali e perché la pietra è così preziosa.

Re Carlo III, negata la Pietra di Scone

Re Carlo ha tenuto il primo discorso nel parlamento di Westminster. Nel frattempo però nel Regno Unito girano voci su possibili problemi dell’incoronazione del nuovo sovrano. La tradizione e il protocollo vogliono che il tutto avvenga alla presenza della Pietra di Scone, il “gioiello” più sacro della Scozia. Non è però certo che venga concessa, ma capiamo le motivazioni.

Cos’è la Pietra dell’Incoronazione e perché è importante

Denominata anche Pietra del Destino o Pietra dell’Incoronazione, si tratta di un simbolo molto importante che originariamente era custodito nel castello di Edimburgo. Dopo essere stata utilizzata per secoli durante l’incoronazione dei re scozzesi, Edoardo I decise di sequestrarla nel 1296.

Gli inglesi la restituiscono solo nel 1996, ma con il compromesso di utilizzarla per l’incoronazione dei sovrani. Il problema non è mai sorto in 26 anni, oggi però potrebbe presentarsi. La Scozia potrebbe negare il prestito a causa dell’indignazione dopo la Brexit e soprattutto le voci secondo cui potrebbe essere organizzato un referendum per l’indipendenza.

Articoli correlati

Back to top button