Cronaca

Terremoto Pornhub, accuse sui contenuti illeciti: si dimette anche l’amministratore delegato

Per un ritorno alla grande, l'azienda sta pensando ad un cambio di leadership

Terremoto ai vertici di Pornhub dopo le accuse sui contenuti illeciti diffusi: arrivano le dimissioni  dell’amministratore delegato David Tasillo e del ceo Feras Antoon.

Pornhub, arrivano le dimissioni dell’amministratore delegato

Le accuse di aver diffuso video illeciti, senza autorizzazione o con minori, fa scatenare un terremoto senza fine ai vertici del sito più ambito e seguito d’Italia.

Il ceo Feras Antoon e l’amministratore delegato David Tasillo fanno un passo indietro e decidono di rassegnare le dimissioni con effetto immediato, seppur rimanendo azionisti.

La ricerca di sostituti

Tramite un comunicato di MindGeek quindi l’azienda fa sapere di essere in cerca di sostituti. MindGeek, con sede a Lussemburgo e dopo aver pubblicato una serie di film con bollino solo per adulti, è stata sotto il mirino di indagini.

I ricavi

L’azienda ha sempre dominato il mercato dei contenuti esclusivamente riservati “agli adulti”. I ricavi hanno raggiunto picchi di circa 460 milioni di dollari nel 2018 con un profitto del 50%.

Sono quasi collassati alla fine del 2020 dopo che il sito di Pornhub è stato messo sotto il mirino di indagini per contenuti illegali diffusi sulla piattaforma.

Il cambio di leadership

Per un ritorno alla grande, l’azienda sta pensando ad un cambio di leadership: considerando gli ultimi anni passati e il difficile momento per il cinema per gli adulti. La piattaforma, con oltre un migliaio di addetti e visitatori giornalieri di oltre 150 milioni, sta tentando una pratica per mettersi di nuovo in carreggiata e tornare ad essere il colosso nel suo campo.

Articoli correlati

Back to top button